Calcio
 

Reggina, scatto verso la salvezza: 2-1 alla Casertana, interrotta la serie nera

reggcasertdi Paolo Ficara - Appena in tempo. Con le dirette concorrenti che non sono riuscite ad avvicinarsi in classifica, la Reggina piazza l'allungo decisivo per la salvezza. È servita una prova d'orgoglio per interrompere la striscia negativa, ritrovando quella vittoria che mancava dal 21 gennaio (1-0 alla Paganese). Il vantaggio contestatissimo di Laezza, col pallone spazzato da De Vena vicino alla linea di porta, viene pareggiato dallo stesso attaccante campano nel recupero del primo tempo. La stoccata decisiva è quella di Bianchimano, che nella ripresa buca Forte su punizione.

LE SCELTE – Maurizi si attiene al 5-3-2 difensivo, lasciando spesso il pallino del gioco agli ospiti. A centrocampo Mezavilla viene confermato come mezzala sinistra, tirerà fuori una prestazione brillante. Il mezzo destro lo fa Provenzano, tutto mancino. Il collega D'Angelo ricalca la disposizione in campo, affidandosi a continui cambi di gioco, con l'ex De Rose in cabina di regia e De Vena preferito a Turchetta come partner di Padovan.

GUARDIALINEE SIMPATICO - Inizio incoraggiante dei falchetti, ma è la Reggina ad avere un paio di occasioni, entrambe sciupate. Mezavilla di testa manda a lato, su punizione di Provenzano. Poi, su pallone perso malamente da De Rose, la ripartenza amaranto non viene finalizzata da Bianchimano che spreca. L'unico che prova ad impensierire Cucchietti è Carriero, distintosi per diversi bisticci con Mezavilla e Bianchimano. È il 38' quando Provenzano va a battere il primo corner della gara, trovando Laezza sul primo palo: l'incornata è ben indirizzata, De Vena interviene in prossimità della linea di porta, ma l'assistente concede il gol tra le proteste dei campani.

ZUFFA E PAREGGIO - La Casertana non ci sta. Durante il recupero, le panchine iniziano a bisticciare e diversi membri vengono a contatto. Mentre si genera il caos a bordo campo, Carriero trova il passante giusto al secondo minuto di recupero del primo tempo: pallone beffardo verso l'area piccola, De Vena brucia tutti e fa 1-1. Il parapiglia prosegue, l'arbitro allontana il tecnico campano D'Angelo.

BUCAMANO - Nella ripresa si assiste a qualche buona giocata di Mezavilla, oltre che alla freschezza di Tulissi subentrato a Sparacello. Pur rimanendo con un assetto difensivo, la Reggina riesce a capitalizzare gli errori altrui. È ancora una volta De Rose a perdere un brutto pallone, non troppo distante dalla propria area, andando poi a stendere Giuffrida al limite. Bianchimano attende che Forte sistemi la barriera, poi scaglia un violento destro rasoterra: è il 64' quando il portiere della Casertana si fa sfuggire il pallone reso viscido dalla pioggia incessante, che si infila in porta per il vantaggio amaranto.

QUOTA 32 – D'Angelo si dimena dentro una cabina della tribuna stampa, dalla panchina il suo vice Taddei prova a rimescolare le carte. La Casertana passa prima al 4-4-2, Maurizi piazza Pasqualoni a destra per bloccare il fresco Turchetta. Per tutto il finale di gara, lo staff tecnico ospite prova ad ordinare un 3-4-3 che non viene recepito da calciatori ormai esausti, capaci di arrivare bene fino alla trequarti, senza però poi scagliare veri e propri tiri verso la porta di Cucchietti. Anzi è la Reggina a divorarsi un contropiede, con Pasqualoni che non riesce a spingere in porta un traversone basso di Tulissi. Amaranto che tornano alla vittoria, salgono a quota 32 in classifica ed agganciano il Catanzaro, di fatto superandolo in virtù degli scontri diretti. Lunedì si va a Siracusa, servono altri 7 o 8 punti per mettersi al riparo. Intanto chi riassesta la propria panchina è Agenore Maurizi, involato a questo punto verso una salvezza messa in dubbio dalla recente striscia negativa.

REGGINA – CASERTANA 2-1
Reti: 38' Laezza, 45'+2' De Vena, 64' Bianchimano

REGGINA (5-3-2): Cucchietti; Hadziosmanovic (76' Gatti), Laezza, Ferrani, Pasqualoni, Armeno; Provenzano, Giuffrida (76' Fortunato), Mezavilla (71' Marino); Bianchimano, Sparacello (59' Tulissi). A disposizione: Licastro, Turrin, Auriletto, Bezziccheri, Arras, Franchi, Sciamanna, Samb. Allenatore: Maurizi.
CASERTANA (5-3-2): Forte; Meola, Polak, Lorenzini, Pinna, Finizio (71' D'Anna); Carriero (86' Forte), De Rose, Romano (70' Turchetta); De Vena (83' Tripicchio), Padovan. A disposizione: Gragnaniello, Cardelli, De Marco, Rajcic, Santoro, Alfageme, Minale. Allenatore: D'Angelo.

Arbitro: Perotti di Legnano
Ammoniti: Licastro, Polak, Hadziosmanovic, Pinna, Romano, Laezza
Espulso: 45'+2' D'Angelo (all. Casertana)