Calcio
 

La Reggina non tira, il Trapani sì: amaranto travolti nella ripresa, 3-0

regginacurvadi Paolo Ficara – Trapani troppo forte o Reggina troppo incerottata? Privi dell'intero reparto avanzato titolare, gli amaranto lasciano le penne in Sicilia, rimediando un sonoro 3-0 senza quasi mai mettere la testa fuori dal guscio. Accade tutto nel secondo tempo, con i padroni di casa che la sbloccano con Reginaldo, la chiudono con Evacuo ed arrotondano nel finale grazie a Fazio. Le tre partite in otto giorni fanno registrare un vistoso calo della Reggina, sul piano delle energie e di conseguenza del gioco.

MAURIZI SI COPRE – Con il forfait di Sciamanna (in panchina per onor di firma), il tecnico amaranto opta per un 5-3-1-1 visto soltanto quando c'era da difendere una vittoria, come a Fondi o in Coppa Italia a Rende. Dentro Pasqualoni a destra, Laezza va in mezzo ai centrali, Porcino occupa la fascia sinistra con Solerio in panchina. In avanti, l'ex di turno Sparacello fa reparto da solo. Calori deve rinunciare a Ferretti, lascia in panchina Evacuo ma schiera un tridente di tutto rispetto: Marras, Reginaldo e Murano.

SPARACELLO E CUCCHIETTI – Il centravanti è più a proprio agio in un modulo con l'unica punta centrale, e si vede. Nelle fasi iniziali fa salire la squadra, guadagna preziose punizioni e si batte anche in fase difensiva. La pressione offensiva della Reggina dura comunque poco. L'estremo difensore, aiutato dai compagni che concedono solo tiri dalla distanza al Trapani, respinge il pericoloso destro di Maracchi e blocca i tentativi precisi ma poco potenti di Palumbo e Visconti. La gara si innervosisce parecchio col trascorrere dei minuti.

IL SOLITO SEGMENTO – Per la quinta volta nelle ultime sei partite, la storia cambia ad inizio ripresa per la Reggina. E così come accaduto con il Cosenza, cambia in negativo. La difesa si abbassa consentendo praticamente al Trapani di entrare in porta al 51': Marras, in un raro caso in cui la passa coi tempi giusti, trova Reginaldo abile a buttarla in rete con l'aiuto della traversa sull'uscita di Cucchietti.

IMBARCATA – La gara si chiude di fatto sul piano dei punti da portare a casa: non c'è reazione da parte degli amaranto, si capisce che difficilmente arriverà l'episodio in grado di privare il Trapani della vittoria. Aumenta però il passivo. Evacuo, subentrato a Murano, si inventa una bella rovesciata al 74' ma è nei pressi dell'area piccola, quando Marras per la seconda volta ci prende gusto a velocizzare la giocata. È 2-0, l'ingresso di Bezziccheri al posto di Mezavilla non aveva cambiato nulla a livello tattico con De Francesco abbassato in regia, mentre Maurizi passa al 4-3-1-2 solo all'84' con Silenzi al posto di Pasqualoni. Dopo una bella parata di Cucchietti su Bastoni ed una traversa di Palumbo direttamente da corner, sugli sviluppi di un altro angolo giunge il destro dal limite del terzino Fazio: palla fortissima vicino al sette, 3-0 e tutti a casa all'87'.

CERCASI CONTINUITÀ – Una sconfitta sul campo di una delle favorite per la vittoria finale ci può stare, il punteggio (che rispecchia l'andazzo del match) sicuramente no. Il 'Comunale' di Trapani continua a portar male alla Reggina, che l'ultima volta aveva perso 4-0 in B con Atzori, nell'anno dell'ultima retrocessione. Se martedì sera contro il Cosenza si era almeno arrivati due volte al tiro in porta, al cospetto degli uomini di Calori non c'è stato verso di impensierire il portiere Furlan, uscito dal campo con i guanti pulitissimi. Maurizi dovrà lavorare parecchio sul morale dei suoi giovani, contro la Fidelis Andria potrà disporre di Bianchimano e Tulissi. Bisogna ritrovare la continuità delle prime battute stagionali.

TRAPANI – REGGINA 3-0
Reti: 51' Reginaldo, 74' Evacuo, 87' Fazio

TRAPANI (4-3-3): Furlan, Fazio, Pagliarulo, Silvestri, Visconti (79' Rizzo); Maracchi, Taugourdeau (66' Bastoni), Palumbo; Marras, Reginaldo (78' Dambros), Murano (72' Evacuo). A disposizione: Pacini, Ferrara, Bajic, Rizzo, Legittimo, Dambros, Steffè, Canino, Girasole, Minelli. Allenatore: Calori.
REGGINA (5-3-1-1): Cucchietti; Pasqualoni (84' Silenzi), Di Filippo, Laezza, Gatti, Porcino; Marino, Mezavilla (62' Bezziccheri), Fortunato; De Francesco; Sparacello. A disposizione: Licastro, Turrin, Auriletto, Maesano, Tazza, Solerio, Amato, Tulissi, Sciamanna. Allenatore: Maurizi.

Arbitro: Guida di Salerno
Ammoniti: Mezavilla, Palumbo, Laezza, Gatti