Calcio
 

Perla di De Francesco, Reggina sempre in striscia positiva: 1-1 col Francavilla

defrancescoalbertodi Paolo Ficara - Fieno in cascina. La Reggina esce indenne dalla doppia trasferta consecutiva, andando ad impattare a Brindisi dopo il successo di Fondi. Al cospetto della Virtus Francavilla, sorpresa della passata stagione, gli amaranto partono contratti e subiscono gol a sei minuti dall'intervallo, dall'ex vibonese Saraniti. Come a Pagani, basta un acuto ad inizio ripresa: De Francesco è autore di una prodezza balistica al 49', e regala il pareggio in una gara avarissima di conclusioni a rete.

UN SOLO CAMBIO – Maurizi premia Marino, restituendogli un posto da titolare dopo la prodezza valsa tre punti a Fondi. È l'unica modifica in formazione, con Porcino che ha vinto un ballottaggio durato tutta la settimana con Bezziccheri. D'Agostino presenta un centrocampo agile, votato alla corsa, dimostrando di conoscere bene gli automatismi del suo ex tecnico alla Lupa Roma.

ZERO SPAZI – Enorme fatica ad esprimersi palla a terra per la Reggina, con il Francavilla che sembra sapere dove può arrivare il passaggio importante, andandosi a piazzare con due uomini sui calciatori più pericolosi. De Francesco e Porcino vengono presi costantemente in mezzo, Sciamanna e Sparacello reclamano palloni come l'acqua nel deserto. Di Filippo è monumentale al 20', quando Laezza si distrae su Madonia: sulla rifinitura Saraniti va di sinistro a botta sicura, trovando il muro dell'ex Sambenedettese. Il centravanti riuscirà a bucare Cucchietti al 39': sugli sviluppi di una rimessa laterale, riesce a liberare il destro la cui potente traiettoria sorprende il giovane portiere amaranto.

PERLA ASSOLUTA – Dinamica analoga, ma balistica differente al 49'. Rimessa laterale in zona offensiva stavolta per la Reggina, Sciamanna tocca all'indietro e De Francesco esplode una palombella di rara bellezza, potenza e precisione. Pallone sotto l'incrocio sul secondo palo, Albertazzi non può nulla. L'unico peccato è che una tale perla valga solo un punto. Infatti la partita si incanala presto sui binari del pareggio, qualche piccolo parapiglia è l'unico motivo di interesse fino ai minuti di recupero, quando Cucchietti deve uscire un paio di volte per evitare guai.

TESTA AL DERBY – Al 'Fanuzzi' di Brindisi, casa del Francavilla, finisce 1-1 un match in cui c'è poco da raccontare, oltre ai gol. Per la Reggina è il quinto risultato utile consecutivo in campionato, terzo pareggio da sommare a due vittorie. Franco Colomba parlava di fieno in cascina, ai tempi dell'esordio col piede a tavoletta in Serie A tra agosto e settembre del 1999. Adesso è Serie C, e non è affatto detto che la salvezza debba essere il traguardo finale. Il derby di martedì sera al 'Granillo' col Cosenza potrà dare qualche segnale concreto in più, circa le potenzialità di una Reggina che attende ancora di recuperare le migliori frecce nell'arco di Maurizi.

VIRTUS FRANCAVILLA – REGGINA 1-1
Reti: 35' Saraniti, 49' De Francesco

VIRTUS FRANCAVILLA (3-5-2): Albertazzi; Prestia, Maccarrone, Abruzzese; Albertini (87' Pino), Biason, Buono, Sicurella (76' Monaco), Di Nicola (76' Agostinone); Saraniti (87' Rossetti), Madonia (56' Ayina). A disposizione: Battaiola, Scarafile, De Toma, Turi, Valotti, Delvecchio, Mastropietro. Allenatore: D'Agostino.
REGGINA (4-3-1-2): Cucchietti; Laezza, Di Filippo, Gatti, Solerio; Marino, Mezavilla, Porcino (89' Pasqualoni); De Francesco; Sciamanna (91' Silenzi), Sparacello (67' Fortunato). A disposizione: Licastro, Turrin, Auriletto, Maesano, Pasqualoni, Tazza, Amato, Garufi, Bezziccheri, Silenzi. Allenatore: Maurizi.

Arbitro: Colombo di Como
Ammoniti: Gatti, Fortunato, Licastro, Biason