Calcio
 

La Reggina ringrazia il palo: Porcino non basta, 1-1 col Matera

porcinoczdi Paolo Ficara - Tutto in pari. Reggina e Matera si dividono la posta in palio, confermando il trend di inizio stagione che le vede entrambe conquistatrici di 5 punti sul campo (1 di handicap per i lucani). Porcino la sblocca al 38' sfruttando un lampo di De Francesco, i due riescono a trovarsi nonostante Maurizi li abbia spostati di ruolo. Poi è Auteri a mischiare le carte all'intervallo, azzeccando l'ingresso del terzino che gli consente di pareggiare al 52': Sernicola trova il primo gol da professionista in carriera, ricorderà questa serata e lo stadio "Granillo" a vita.

ASSETTO LEGGERO – Confermate le anticipazioni della nottata (con gli ingressi di Solerio e Marino e l'avanzamento di Porcino e De Francesco), per quanto riguarda lo schieramento della Reggina. Pur mantenendo il 4-3-1-2, di fatto c'è il solo Sciamanna come punta di ruolo. Bezziccheri fa quel che può in attacco, ma lascerà il posto a Sparacello solo in corso d'opera. I cambi di passo di Tulissi generano nostalgia. Auteri si presenta con la formazione tipo, preferendo Dugandzic a Corado come centravanti, ma sarà costretto a rivedere il proprio 3-4-3.

E SEGNA SEMPRE LUI - Solo per brevi tratti, la Reggina soffre le giocate di prima dei vari Strambelli ed Angelo. Prima Sciamanna viene murato da un ottimo Scognamillo, poi Mezavilla non trova la precisione dalla distanza. Gli amaranto non lasciano ragionare gli ospiti, hanno il merito di recuperare tanti palloni nella metà campo avversaria ma anche il demerito di non trasformarli in azioni realmente pericolose. Almeno fino al 38': giocata geniale di De Francesco, attorniato da avversari, capace di pescare l'unico compagno tenuto in gioco dalla difesa del Matera. A distanza di due settimane dall'acuto contro il Catanzaro, Porcino può nuovamente presentarsi a tu per tu col portiere, dimostrandosi ormai eccellente finalizzatore: 1-0.

AUTERI CI METTE DEL SUO – All'intervallo il Matera cambia pelle: fuori il centrale Stendardo, dentro il terzino sinistro Sernicola, Auteri ordina il 4-4-2 e sulle fasce la Reggina va in difficoltà. Sul primo corner per gli ospiti: al 52' arriva il pareggio: traiettoria leggibile di Strambelli da sinistra col mancino, ma proprio Sernicola piazza la zampata vincente sul primo palo. I nuovi entrati Fortunato e Sparacello non carburano, gli uomini di Maurizi ci mettono un po' a rimettere la testa fuori dal guscio. Il solito tandem De Francesco-Porcino fa scaturire il cross che spaventa il Matera. Seguono due occasioni, con De Francesco che impegna Golubovic dalla distanza, e Sciamanna che spara altissimo su cross di Solerio.

SOSPIRO DI SOLLIEVO – Il finale è thrilling per la Reggina, che raramente nella ripresa è riuscita a porre rimedio sulle fasce. Specie sulle discese di Angelo, che per tre volte arriva tutto solo al cross: il più insidioso è quello forte e teso in area al 91', con Di Filippo capace di intervenire prima degli attaccanti avversari su un pallone che chiedeva solo di essere spinto dentro. Frittata vera e propria al 95', ossia all'ultimo minuto di recupero: sanguinosa palla persa vicino alla propria area, il fresco Battista col sinistro la manda sul palo a Cucchietti battuto.

PARTITA DAI DUE VOLTI – Non era il Matera delle ultime stagioni, ma purtroppo non era nemmeno la Reggina delle prime uscite stagionali. Difesa mai così in affanno, pochine le occasioni nitide create rispetto a quanto ci stavamo abituando. Probabilmente si tratta di un punto guadagnato. Ci si consola pensando alle recenti scorribande subite al "Granillo" dai lucani, andati a segno nove volte nelle ultime due gare a Reggio. Dieci con la rete di Sernicola. Terzo risultato utile consecutivo per la Reggina, troppo presto per scrutare la classifica.

REGGINA-MATERA   1-1

Reti: 38' Porcino, 52' Sernicola

REGGINA (4-3-1-2): Cucchietti; Laezza, Di Filippo, Gatti (78' Pasqualoni), Solerio; Marino (59' Fortunato), Mezavilla, Porcino; De Francesco; Bezziccheri (59' Sparacello), Sciamanna (92' Garufi). A disposizione: Licastro, Turrin, Auriletto, Maesano, Tazza, Silenzi, Amato. Allenatore: Maurizi.

MATERA (3-4-3): Golubovic; Scognamillo, Stendardo (46' Sernicola), Mattera; Angelo, Maimone (62' Salandria), De Falco, Casoli; Strambelli, Dugandzic (52' Corado), Giovinco (75' Battista). A disposizione: Mittica, Tonti, Maciucca, Di Sabatino, De Franco, Buschiazzo. Allenatore: Auteri.

Arbitro: Proietti di Terni

Ammoniti: Maimone, Scognamillo, Casoli, Fortunato, Mattera