Calcio
 

Reggina: due ventenni e tre diciannovenni per piegare il Catanzaro

gattidi Paolo Ficara - Beata ignoranza. In molti hanno scoperto il potenziale della Reggina, in un primo turno di Coppa Italia mai così sentito. Vuoi per l'avversario, vuoi perché si è giocato di sera. Vuoi soprattutto per la prestazione tirata fuori dai ragazzi di Agenore Maurizi, che a caldo ha utilizzato il termine di "squadra ignorante". E si può concordare, laddove in campo non c'è nessuno che si mette sul pulpito a fare da professorino ai compagni, ma tutti si impegnano a darsi una mano l'uno con l'altro.

La Reggina non è una macchina perfetta, non vincerà tutte e 36 le partite di campionato, e già nel primo tempo ha rischiato di concedere il vantaggio al Catanzaro alla prima sbavatura. Ma ha mostrato tutto ciò che ogni tifoso vuole vedere: spirito di gruppo, aggressività, umiltà, freschezza atletica, ma soprattutto tasso tecnico ed organizzazione di gioco.

Schemi anche su rimessa laterale per la squadra di Maurizi, capace di partire il più delle volte palla a terra, mantenere il possesso anche al cospetto di un avversario oggettivamente di maggior caratura, e stazionare con tutti i giocatori di movimento oltre la linea di metà campo, mantenendo corta la squadra. Tutti aspetti già notati in sede di precampionato, adesso sotto gli occhi dei numerosi tifosi accorsi sugli spalti del "Granillo". Ci sarà anche chi ha apprezzato l'accenno di rissa nella ripresa, con tutta la squadra andata a "prendersi la questione" quando ha visto Tulissi tra le grinfie di Sirri.

In un colpo solo, la Reggina ha trovato una buona dose di fiducia da parte dell'ambiente, assieme ad un lavoro di campo che sembra essere già a buon punto. Sottovalutare il Rende sabato prossimo, all'esordio in campionato, sarebbe delittuoso. Conosciamo la piazza e sappiamo che si passa in fretta dal disfattismo all'esaltazione e viceversa. In settimana, equilibrio dovrà essere la parola d'ordine. Si dovrà entrare in campo al "Lorenzon" come se si stesse affrontando il Lecce o il Matera.

Anche il Catanzaro è una squadra attrezzata, messa al tappeto da una Reggina che ha mantenuto le linee guida dettate da Basile a giugno, circa l'abbassamento dell'età media dei titolari. Il 19enne Bangu era l'unico al debutto tra i professionisti un anno fa, poi c'erano Porcino (21 anni) e De Francesco (22 compiuti ad ottobre). Il derby di Calabria è stato vinto schierando i '97 Gatti e Tulissi ed i '98 Bezziccheri, Cucchietti e Marino, quest'ultimo deve ancora compiere 19 anni. Di questi cinque, solo Tulissi "vantava" già qualche presenza tra i prof. Speriamo di rimanere ignoranti a lungo...

Leggi anche:

Reggina, iniezione di fiducia: Bezziccheri stende il Catanzaro in Coppa, 1-0 http://ildispaccio.it/calcio/84-quadrante-amaranto/154282-reggina-iniezione-di-fiducia-bezziccheri-stende-il-catanzaro-in-coppa-1-0

Reggina, Maurizi: "Siamo una squadra ignorante. Manterremo la stessa condizione per tutta la stagione" http://ildispaccio.it/calcio/84-quadrante-amaranto/154283-reggina-maurizi-siamo-una-squadra-ignorante-manterremo-la-stessa-condizione-per-tutta-la-stagione

Reggina: squadra "affamata" e tecnica, playoff alla portata. Ma c'è una poltrona per tre... http://ildispaccio.it/calcio/84-quadrante-amaranto/154146-reggina-squadra-affamata-e-tecnica-playoff-alla-portata-ma-c-e-una-poltrona-per-tre

Reggina, si lavora anche a Ferragosto: Mezavilla atteso in città http://ildispaccio.it/calcio/84-quadrante-amaranto/153990-reggina-si-lavora-anche-a-ferragosto-mezavilla-atteso-in-citta