Calcio
 

La Reggina è uscita dalla suite. Altri quattro tasselli prima di iniziare il ritiro

latriadedi Paolo Ficara - Base di partenza. La Reggina ha ormai concluso la propria tre giorni milanese, mettendo a segno quegli acquisti necessari per dare un senso al periodo di preparazione estiva, che inizierà al Sant'Agata mercoledì 12 luglio. Lo staff di Agenore Maurizi si trova in città da qualche giorno, per perlustrare il centro sportivo: segno di meticolosità, oltre che di organizzazione.

Dopo l'ufficializzazione dell'attaccante Sciamanna, sono attesi a breve gli annunci per Solerio, Cucchietti, Auriletto, Bezziccheri, Di Livio, Gatti e Vasco. La prossima settimana, Salvatore "Duracell" Basile proverà ad assicurarsi anche l'esterno Armeno, la mezzala Baldassin, l'ala Tulissi e la punta Magnaghi. Oltre ai calciatori professionisti sotto contratto, bisognerà capire quanti e quali giovani verranno aggregati per raggiungere il "numero legale" in ritiro.

Propedeutiche le mosse relative all'organigramma. Nell'annunciare Nino Scimone come nuovo team manager, è stato ringraziato Luigi Larizza che evidentemente ha ricoperto pari incarico nella passata stagione. Idem per quanto riguarda il segretario generale Vincenzo Greco: ringraziamenti rivolti dalla società a Domenico Damato e Massimo Bandiera. Dunque, una persona è più che sufficiente per un lavoro inspiegabilmente svolto da due, fino a poche settimane fa: lussi da Juventus o Inter. Nel presentare Salvatore Basile come coordinatore dell'area tecnica, non è stato ringraziato nessuno (ed in effetti, c'è poco da ringraziare). Ancora non è stato annunciato il nuovo capo marketing, già operativo. In questo caso c'è sicuramente da salutare nel migliore dei modi la dottoressa Consuelo Apa, che ha deciso sua sponte di non proseguire all'interno dell'Urbs Reggina 1914: professionalità e competenza, per anni al servizio della Reggina Calcio, saranno difficili da rimpiazzare.

Va da sé che senza un segretario abile e arruolato per preparare i contratti, ed un team manager all'opera per le questioni organizzative, la Reggina sarebbe stata un'armata Brancaleone nel cominciare la campagna acquisti. Le basi dirigenziali erano indispensabili. Direttore, segretario e team manager rientrano nei normalissimi organigrammi di tutti i club professionistici, al di là delle nomenclature. All'appello manca solo un responsabile del settore giovanile, considerando che ad oggi non è stato prolungato il rapporto con un comunque impagabile e laborioso Sergio Campolo.

Piuttosto, la curiosità è un'altra: come mai l'anno scorso, la società non ha ritenuto opportuno annunciare a stampa e tifoseria la presenza dei vari Damato, Bandiera e Larizza? Troppo oscurantismo volto a far brillare un'unica stella? Oppure adesso si fa più gruppo e si vuol mettere la faccia tutti insieme?

Il calciomercato continuerà ad essere condotto all'insegna della spending review. Chiedere qualcosa di diverso, sarebbe da incoscienti. Sciamanna e Solerio non sono sicuramente degli sbarbatelli. Probabilmente nei ruoli di centrale destro e di play davanti alla difesa (al di là di piacevoli sorprese rappresentabili da Auriletto e Vasco), sarà opportuno reperire dei calciatori nati negli anni '80. Avverrà quando le prime scelte di Basile abbasseranno le proprie pretese economiche, per una normale legge del mercato che vede un incremento di calciatori professionisti: le squadre di C sempre 60 sono, anzi, se bloccassero i ripescaggi potrebbero anche diminuire. Basti evidenziare come, fra i diversi giocatori lasciati liberi dalla Reggina al 30 giugno, il solo Botta si sia subito accasato. La disoccupazione esiste anche nel calcio.

La tendenza al risparmio non riguarderà solo il monte ingaggi. Nemmeno un euro in più del dovuto dovrà essere speso per il futile. Infatti Basile, a Milano, non ha certamente pernottato in suite...

Leggi anche:

Reggina: una salvezza da costruire ed un futuro fuori dalle suite milanesi http://ildispaccio.it/calcio/84-quadrante-amaranto/138051-reggina-una-salvezza-da-costruire-ed-un-futuro-fuori-dalle-suite-milanesi

Reggina: vincere a Siracusa, salvarsi e poi defenestrare gli inadeguati http://ildispaccio.it/calcio/84-quadrante-amaranto/139146-reggina-vincere-a-siracusa-salvarsi-e-poi-defenestrare-gli-inadeguati

Reggina: il centrale mancino è Solerio, fumata bianca con l'Avellino http://ildispaccio.it/calcio/84-quadrante-amaranto/150214-reggina-il-centrale-mancino-e-solerio-fumata-bianca-con-l-avellino

Reggina, Basile scatenato: sprint per Armeno, Sciamanna ad un passo, si tratta per Bulevardi http://ildispaccio.it/calcio/84-quadrante-amaranto/150033-reggina-basile-scatenato-sprint-per-armeno-sciamanna-ad-un-passo-si-tratta-per-bulevardi