Calcio
 

Reggina: prima la salvezza, poi l'assestamento societario. Quando passione fa rima con tensione

curva600di Paolo Ficara - Biglietto per la Lega Pro. Alla Reggina rimane da staccare il pass per garantirsi aritmeticamente il calcio professionistico anche nella prossima stagione, salvaguardando così l'investimento a fondo perduto del ripescaggio ed ottenendo l'obiettivo minimo con uno sforzo economico massimale per la proprietà. Tre partite al termine, almeno quattro punti da conquistare per evitare sorprese. Quattro punti ampiamente alla portata.

Dovranno essere le motivazioni superiori, a far sì che il pallone finisca in rete al cospetto della Virtus Francavilla, autentica rivelazione del torneo. Così come hanno fatto le altre avversarie, che di recente hanno incrociato in campo la squadra di Calabro. Ritorna Porcino dopo la squalifica, qualche fiammella di speranza si è accesa attorno a Coralli dopo l'infortunio muscolare. Davanti al proprio pubblico si dovrà far capire, ad un avversario ormai sicuro di disputare i playoff, che sarebbe gradevole sfidarsi anche nella prossima stagione.

La compagine societaria sa già che a salvezza acquisita, si dovranno affrontare al più presto le impellenti tematiche finanziarie. Dopo l'abbandono da parte di alcuni soci al momento dell'aumento di capitale, la P&P Sport (ossia una srl creata dalla famiglia Praticò) detiene il 63% delle quote. Un gruppo di imprenditori della Locride, probabilmente gli stessi che si erano già fatti avanti per il Messina, sarebbe interessato a rilevare un 25% tra i soci di minoranza. Il tempo dirà se altri soggetti intenderanno farsi avanti per investimenti più massicci.

Attorno alla squadra amaranto c'è assoluta tranquillità, con riferimento ad una piazza dimostratasi oltremodo paziente ed attaccata come quella di Reggio Calabria. Specie se dovessimo fare il paragone con realtà come Taranto o Catanzaro. In vista della partita col Francavilla, si registrano però due interventi dal tono diverso. Da un lato, la società invita per l'ennesima volta il pubblico allo stadio: lo fa parlando di passione, colori e fiducia, anche se di contorno si leggono frasi evitabili come "archiviare le chiacchiere da bar" o il distinguo tra "tifo organizzato o tifo occasionale". Di altro tenore le dichiarazioni del direttore Martino, che anche stavolta si è espresso come nemmeno il più critico dei giornalisti.

"Calo di tensione", "avevo avvertito che era stato fatto tanto ma non tutto", "la squadra non deve deconcentrarsi". Questi i passaggi salienti dell'intervista concessa a Gazzetta del Sud, a tre giorni dalla partita. Evidentemente, il peperoncino è il piatto preferito in casa Martino. Se la squadra non riuscisse a rimanere concentrata a pochi metri dal traguardo, in tutta onestà e pur pensandoci per ore, non troveremmo altri responsabili diversi da lui e Zeman. Speriamo che questa forma di maniavantismo abbia maggiori frutti rispetto al post Vibonese-Reggina. Anche perché, quando si tratta di creare tensione dal nulla, Martino è maestro: forse è l'unica cosa che ormai gli riesce.

Leggi anche:

Reggina, Martino: "Percepisco calo di tensione, la squadra dovrà lottare senza deconcentrarsi" http://ildispaccio.it/calcio/84-quadrante-amaranto/142295-reggina-martino-percepisco-calo-di-tensione-la-squadra-dovra-lottare-senza-deconcentrarsi

Reggina, partita la prevendita per la sfida al Francavilla http://ildispaccio.it/calcio/84-quadrante-amaranto/142204-reggina-partita-la-prevendita-per-la-sfida-al-francavilla

Reggina, hai un vantaggio: le altre non supereranno quota 44... http://ildispaccio.it/calcio/84-quadrante-amaranto/141915-reggina-hai-un-vantaggio-le-altre-non-supereranno-quota-44

Trinchera al Dispaccio: "Francavilla sorpresa della Lega Pro, domenica alla Reggina leverei Coralli" http://ildispaccio.it/calcio/84-quadrante-amaranto/142072-trinchera-al-dispaccio-francavilla-sorpresa-della-lega-pro-domenica-alla-reggina-leverei-coralli