Calcio
 

Reggina all'arma bianca contro la Vibonese: ipotesi Porcino più tre punte

Porcinonuovadi Paolo Ficara - "Indipendentemente dal modulo, dobbiamo vincere". Alla vigilia di Reggina-Vibonese, Karel Zeman si è focalizzato sull'unico obiettivo, fornendo meno indicazioni possibili sull'assetto. È stato così non in conferenza stampa, a soprattutto durante l'allenamento di rifinitura: provati tre moduli, ma dovrebbe prevalere il 4-3-3 su cui si è insistito per tutta la settimana. Il tecnico ha ben chiari in testa assetto ed uomini, ma cerca di far trasparire il meno possibile.

Tanti i punti interrogativi lasciati all'esterno. Nella difesa a quattro (senza De Vito), ballottaggio a destra tra Cucinotti, Maesano e Romanò. Pochi dubbi sulla presenza di Possenti a sinistra. Dal posizionamento di Porcino, dipenderanno le scelte dalla cintola in su. Se il numero 17 stazionerà in attacco, assieme a Coralli e ad un Leonetti che ritroverà una maglia da titolare, nel settore nevralgico Bangu si metterà in linea con Botta e De Francesco, sicuri del posto.

Ma l'ipotesi più probabile prevede Porcino mezzala sinistra in un 4-3-3 o 4-3-1-2. A quel punto, potremmo vedere una Reggina all'arma bianca con tre attaccanti di ruolo. Vicino a Coralli e Leonetti, potrebbe stazionare uno tra Bianchimano e Tommasone: caratteristiche completamente diverse tra i due giovani di proprietà dei club meneghini, qui probabilmente risiede il vero dubbio che Zeman trascinerà fino a poche dal fischio d'inizio, fissato per le 18:45 di domenica. Il quarto d'ora di ritardo è una forma di protesta, verso le aggressioni recentemente subite dai calciatori di Ancona e Catanzaro.

Al 'Granillo' si assisterà anche allo sciopero decretato dal tifo organizzato, in risposta ad un paio di lunghissimi Daspo inflitti a due ultras amaranto. La politica dei prezzi popolari, adottata in settimana dalla società, sta avendo riscontro ed in mattinata diversi tifosi si sono recati al Sant'Agata per acquistare i tagliandi di Reggina-Vibonese.