Calcio
 

Reggina, Praticò sferza i calciatori: "Questa gente ci sta facendo vergognare"

praticoripescaggioreggina 500Al termine di Melfi-Reggina 3-0, il tecnico amaranto Karel Zeman si è presentato con molta dignità di fronte ai giornalisti presenti nella sala stampa dello stadio 'Arturo Valerio':

"Fino a metà del secondo tempo, anche se non riuscivamo a concludere, la partita era abbastanza equilibrata. Su una mischia in area conseguente ad un calcio d'angolo, il Melfi ha avuto più voglia di arrivare sulla palla ed ha fatto gol. Da lì, abbiamo cambiato modo di giocare. Le spalle dei tifosi ai giocatori? Normale. Il pubblico ci ha dato una mano nei momenti buoni, possiamo solo chiedere scusa. Per chi vede questa partita o le ultime due, penserà che l'allenatore sia scarso. Se non riescono le stesse cose di prima, dobbiamo migliorare per lavorare. Se si riesce a trovare qualcuno che lavori meglio di me, sono favorevole al cambio – ironizza l'allenatore italo-ceco - Sono fiducioso in merito a quel che faccio ogni giorno. Dopo quattro sconfitte consecutive, qualche allarme ci deve essere. Se non si cambia modo di interpretare ogni allenamento ed ogni partita, non si può cambiare direzione. Serve una svolta sul piano caratteriale, oltre che atletico e tattico. Solo se si lotta come leoni, non si va incontro a figuracce. Il Melfi era una buona squadra, ma fino ad oggi era pur sempre ultima: abbiamo preso tre gol senza segnarne nemmeno uno. È come se aspettassimo il primo episodio negativo per sfilacciarci".

Se Zeman è critico ed autocritico ma con toni non troppo duri, le parole del presidente Praticò sono nette e sferzanti: "Non c'è motivo affinché il mister si debba sentire in discussione. Bisogna capire perché i calciatori non stanno giocando. Non stanno onorando la maglia. Questa gente ci sta facendo vergognare. La reazione dei tifosi è giusta. La squadra è trasformata. Dobbiamo capire se ci siamo illusi fino a quattro domeniche fa, oppure se si tratta di una squadra scarsa. Non facciamo un tiro in porta. Gliel'ho detto tra il primo ed il secondo tempo, al calcio non ho mai visto vincere senza tirare in porta. Le soluzioni devono arrivare da loro, devono guardarsi allo specchio. La spiegazione deve arrivare da chi ha dato tanto prima e ora sta dando il nulla. La società ha dato tanto in termini di sacrifici".

Tra le dichiarazioni rilasciate dal dg Gabriele Martino a Radio Touring, di sicuro si può condividere l'ultima frase: "Siamo profondamente amareggiati, la squadra continua a non far risultato e a non dare le stesse prestazioni della prima fase di torneo. Le idee ce l'abbiamo, ma dobbiamo capire quali possano essere le motivazioni. Proprio nel secondo tempo, quando la squadra si stava rendendo pericolosa, abbiamo preso il gol. Arriviamo poco al tiro. Bisogna lavorare per riacquistare fiducia, stare assieme e lavorare meglio. Bisogna prendersi le responsabilità che è giusto assumersi, a partire dai calciatori. Così come è passato il periodo favorevole, passerà anche questo sfavorevole".

Leggi anche:

Reggina, pascolo lucano: resuscitato anche il Melfi, 3-0 http://ildispaccio.it/calcio/84-quadrante-amaranto/126755-reggina-pascolo-lucano-resuscitato-anche-il-melfi-3-0