Calcio
 

Il Crotone resiste solo 3 minuti contro il Milan: 0-3

imageUn rullo compressore il Milan a Crotone, ma la gara viene spianata al 3': Ceccherini stende Cutrone, Mariani chiede aiuto alla Var e ci sono rosso e rigore che Kessie trasforma. Calabresi sotto choc e milanisti in grande spolvero che chiudono in match entro la mezz'ora: Suso per Cutrone (di testa) e Cutrone per Suso (da centro area) si scambiano i favori e per Montella e' festa grande. Il suo Milan fa sul serio .

Due minuti per mettere in discesa la gara e ventitre per chiuderla. Il super rinnovato Milan di Montella archivia la pratica Crotone con il minimo sforzo, un 3-0 che e' una vera e propria partenza a razzo. Subito protagonista il Var grazie al quale l'arbitro decide l'espulsione di Ceccherini dopo tre minuti, dopo avere già concesso in autonomia il rigore che sblocca il risultato. Troppa la differenza in campo. A maggior ragione con l'inferiorità numerica del Crotone. Montella ci teneva a partire bene, anche per rimanere nel gruppetto delle prime e centra l'obiettivo senza eccessive fatiche. All'esordio in campionato, il tecnico rossonero schiera la formazione annunciata con Cutrone al centro dell'attacco ed André Silva in panchina. Il Crotone invece rinuncia a Tonev (risentimento muscolare) e schiera Trotta. Gara subito in salita per gli uomini di Nicola che vanno sotto al 3' conKessie che trasforma il rigore. Nicola prova a sistemare la difesa inserendo Dussenne e togliendo Trotta, ma il reparto balla, in balia degli esterni del Milan che hanno una evidente forma fisica migliore rispetto ai rossoblu. Conti, Suso e Borini ispirati da Calhanoglu e Bonucci fanno quello che vogliono sulle fasce. E proprio da una incursione di Conti sulla destra nasce il raddoppio con Cutrone (oggetto del desiderio proprio del Crotone) che anticipa Cordaz e Dussenne e fa 2-0 al 18'. Il Crotone è Ko. Non reagisce ed il Milan infila il terzo gol ancora con un'azione sugli esterni finalizzata con un diagonale da Suso. Nicola sposta Mandragora al centro della difesa e Caprera laterale, avanzando Faraoni sull'esterno. Il Crotone tiene meglio. Nel secondo tempo il Milan, complice il caldo ed il risultato ormai messo in cassaforte, rallenta notevolmente il ritmo. Il Crotone si fa sotto con Budimir che inizia un bel duello con Bonucci. Montella toglie Cutrone, il migliore dei suoi (che potrebbe arrivare a Crotone in settimana visto che in rossonero arriverà Kalinic) e inserisce André Silva. Quando decide di accelerare il Milan fa paura e sfiora la rete in un paio di occasioni con Borini ed André Silva; bravo Cordaz a evitare la goleada. Nel finale il Crotone spinge in cerca del gol della bandiera che sfiora con Budimir (girata di poco fuori) e Barberis (punizione deviata da Donnarumma), ma senza centrarlo.

CROTONE (4-4-2): Cordaz 6; Faraoni 5, Cabrera 5, Ceccherini 5, Martella 5, Rodhen 5 (10' st Nalini 6) Barberis 5, Mandragora 6, Stoian 6 (25' st Izco 6), Budimir 5, Trotta sv (3' pt Dussenne 5,5). (3 Festa, 78 Viscovo, 93 Ajeti, 31 Sampirisi, 11 Kragl, 14 Sulijic, 89 Crociata, 99 Simy). All. Nicola 6. Milan (4-3-3): G.Donnarumma 6, Conti 7 (22' st Abate 6), Bonucci 6, Musacchio 6, R.Rodriguez 6; Kessie 6,5, Locatelli 6,5 (32' st Mauri 6), Çalhanoğlu 7; Suso 7, Cutrone 7,5 (16' st André Silva 6) Borini 6. (99 A. Donnarumma, 30 Storari, 17 Zapata, 31 Antonelli, 2 Calabria, 18 Montolivo) All. Montella 7. Arbitro: Mariani 6. Reti: nel pt 3' Kessie su rigore, 18' Cutrone, 23' Suso. Angoli: 9-2 per il Milan. Recupero: 4' e 3'. Ammoniti: Cutrone, Locatelli, Bonucci e Dussenne per gioco falloso. Espulso: 3' pt Ceccherini per fallo da ultimo uomo. Var: 1. Spettatori: 13.478 per un incasso di 451.008 euro.