Giustizia, Scutellà (M5S): “Entro luglio 1239 nuove assunzioni”

«Al via un grande piano di assunzione per il sistema giudiziario italiano. Entro luglio 1239 posti di lavoro effettivi per funzionari e assistenti. La macchina della giustizia riparte non solo con le udienze ma incrementando tutto l'apparato delle risorse umane».

Ad annunciare le ultime ed importanti azioni messe in campo dal Ministero della Giustizia è la portavoce del Movimento 5 stelle alla Camera dei Deputati, nonché componente della Commissione parlamentare Giustizia, Elisa Scutellà.

«Entro luglio – annuncia Scutellà - procederemo allo scorrimento della graduatoria 21-quater per disporre la copertura di 739 posti da funzionario giudiziario e della graduatoria per 500 assistenti giudiziari e, per entrambe le posizioni, prevediamo un ulteriore scorrimento entro il 2020. Sempre entro il mese in corso – precisa ancora la deputata - per i dipendenti del Ministero della Giustizia verrà sottoscritto un accordo sui criteri di pagamento delle somme FUA per il 2019. Inoltre è proprio di ieri l'accordo siglato dal Sottosegretario Ferraresi con le sigle sindacali del personale giudiziario che prevede lo snellimento delle procedure in tema di mobilità in vista anche del piano assunzionale e l'aggiornamento dell'accordo in linea con i mutati contesti sociali e predisponendo una maggiore tutela per le fasce più deboli. La macchina della giustizia - dice Elisa Scutellà - deve ripartire non solo dalle udienze ma anche e soprattutto incrementando le risorse umane che supportano le attività di magistrati, avvocati e personale amministrativo. Sappiamo – conclude - che sono loro le fondamenta del sistema giustizia ed in loro noi continueremo ad investire».