Coronavirus, Galimi (PD): "Subito i tamponi per il personale medico della nostra Asp"

"Sapete che evito di parlare di questo flagello che sta provocando vittime,cambiando radicalmente le nostre abitudini.
Non lo faccio perché ritengo che la parola spetti agli esperti,a quanti hanno fatto sacrifici disumani per conseguire titoli di studio e scientifici,necessari a garantire il nostro stato di salute.Non ho mai prodotto alcuna polemica,sfoderando il sapere di tanti ed il protagonismo di quelli che hanno creato solamente allarmismi e confusioni,evidenziando egoismi pericolosi.
Di fronte,pero',alla "mattanza"di anziani che si e'consumata nella struttura di Chiaravalle,il silenzio rischia di diventare complicità.Perche'la presidente della Giunta Regionale,on.Santelli,ha aspettato che il numero dei morti arrivasse a sette,prima di reperire una sistemazione degli oltre 50 ospiti?
Invece di trovare il tempo e la voglia di polemizzare con il governo nazionale,non poteva individuare,la stessa regione,somme del proprio bilancio per comprare i presidi sanitari che la gravità dell'urgenza imponeva?


E perché',fino ad oggi,nonostante l'ordinanza prodotta,i medici ed il personale degli ospedali della nostra ASP non sono stati tutti sottoposti al necessario tampone?
La violenza e la velocità del virus, non tollera alcun ritardo,ne vale invocare responsabilità di altri.Questa guerra si vince con la celerità delle risposte e degli interventi.La gente di Calabria sta facendo la sua parte,il governo della regione faccia la sua,pensi prima alla sopravvivenza della sua gente,per le polemiche ci sarà tempo.
Approfitto per porgere il nostro grazie ai tanti medici,al personale sanitario,alle forze dell'ordine,che ogni mattina lasciano i loro affetti e si recano sul posto di lavoro,offrendo a tutti noi la loro opera ed il loro sorriso.
#JAMAVANTI#" Lo scrive Michele Galimi, dirigente regionale PD.