Bruno Bossio (Pd): “Don giacomo Panizza non è solo”

"Ho avuto modo di conoscere Don Giacomo ad Acquaformosa quando entrambi abbiamo ricevuto un riconoscimento per il nostro comune, pur se diverso, impegno a favore dei migranti.

Ne ho apprezzato subito la semplicità e la totale dedizione alle cose che fa a favore degli ultimi. E la sua lotta contro i poteri criminali e per la legalità in Calabria.

Ma non solo: soprattutto il suo straordinario impegno per restituire ai cittadini i loro territori e l'opportunità di vivere e lavorare senza subire prepotenze e poter godere dei propri diritti. Ecco perché il vile atto di cui è stata vittima la cooperativa "Le Agricole", nata dal suo impegno, non deve essere sottovalutato, anche perché giunge dopo una serie di episodi analoghi. Evidentemente l'attività di Don Giacomo dà fastidio a chi vuole che la nostra terra resti sotto il dominio dei poteri criminali. Ora più che mai le istituzioni devono stringersi attorno a Don Giacomo e ai suoi collaboratori e difendere le esperienze nate dal suo impegno contro la ndrangheta e per la legalità. Sarà questa la migliore risposta a chi cerca di tarpare le ali alle iniziative di "Progetto Sud". Alla magistratura e alle forze dell'ordine il compito di individuare al più presto i responsabili e gli eventuali mandanti del grave episodio". Lo afferma la parlamentare Enza Bruno Bossio.