Persico (Cisal): "Accelerare su formazione Giunta Regionale"

"In questo particolarissimo momento della politica "Nazionale" che ha dei riflessi inevitabili anche sulla nostra Regione crediamo, come O.S. che la macchina amministrativa e soprattutto il sistema delle relazioni "sindacali" a garanzia dei diritti dei lavoratori non possa subire rallentamenti e soprattutto silenzio rispetto a tante situazioni rimaste sospese nei confronti dei lavoratori. Come O.S. abbiamo apprezzato i primi passi effettuati dalla nuova Presidente con il primo ma fondamentale "Tassello" della G.R. in un settore delicatissimo come l'Ambiente ma riteniamo, visto che manca il documento fondamentale di "Programmazione Finanziaria", che debba essere accelerato il processo di formazione della nuova G.R. che dovrà operare in settori chiave dove, tante cose sono rimaste in sospeso, e tante altre dovranno essere realizzate". Lo scrive per la segreteria regionale della Cisal, Gianluca Persico.

"Caro Presidente l'Assessorato al Lavoro deve, necessariamente, diventare una "PRIORITA" per via delle innumerevoli vertenze aperte. A cominciare dal "PRECARIATO ISTITUZIONALIZZATO" che ha visto l'approvazione di un importante L.R. nel corso della precedente "legislatura" la (29/2019) con la mancanza della copertura finanziaria ai fini della "Storicizzazione" delle risorse per stabilizzazione per i lavoratori della L.R.15/2008 e per riconoscere le legittime e sacrosante aspettative di tutti i precari della L.R.12/2014 il cui percorso è rimasto "sospeso". Occorrerà redigere un "Piano Serio" che tenga conto di tutti quei "percettori di ammortizzatori sociali" coinvolti in "Politiche Attive" troppo spesso maltrattati dal Governo Centrale con cui occorrerà "ALZARE LA VOCE" per pretendere RISPETTO per questa terra. Occorre agire su questo fronte garantendo pari dignità per tutti i "Tirocinanti", non è assolutamente più tollerabile l'atteggiamento di chiusura dei vari Ministeri rispetto alle esperienze positive attivate con i "TIROCINI" che, in alcuni casi hanno goduto dei "Fondi Regionali" e delle capacità Professionali dei "Tirocinanti" che hanno consentito alle Amministrazioni dello Stato e agli Enti Locali in crisi profonda di garantire Servizi Fondamentali per la Collettività. Cara Presidente, le sue parole, piene di umiltà, sono state accolte con speranza e voglia di riscatto, esistono grandi Professionalità nella nostra Regione che vanno valorizzate. Serve un Piano di Sicurezza del Territorio che tenga assolutamente conto del "SERVIZIO DI MONITORAGGIO E SORVEGLIANZA IDRAULICA" dei Corsi d'Acqua della nostra Regione, istituito con i Presidi Idraulici con Diverse Delibere di G.R. nel corso degli anni e mai decollato veramente per garantire "La PREVENZIONE". Occorrerà lavorare fianco a fianco con persone che hanno a cuore le sorti della nostra terra, che hanno spirito di servizio unito alla grande Professionalità per essere al Servizio della nostra Gente. Bisognerà lavorare per un riordino serio degli Enti Sub-Regionali costruendo una "Mappatura Definitiva" di tutto il Personale presente con relative "Professionalità" in modo da garantire la "Mobilità" tra Enti senza appesantire i Bilanci ed evitare richiami della CORTE DEI CONTI. Non è più ammissibile che le OO.SS. debbano ricorrere alla stampa per evitare "discriminazioni" e attenzione verso le categorie dei lavoratori, noi crediamo che ci possa essere un "REALE CAMBIAMENTO" e su questi temi siamo disponibili a dialogare se ci sarà garantita la possibilità di lavorare in modo sinergico, però serve ripartire al più presto, vada avanti con il completamento della Giunta ci sono tante emergenze che vanno affrontate immediatamente".