Lavoratori Ferrovie Calabria senza stipendio, Usb aderisce allo sciopero

L'Unione Sindacale di Base Lavoro Privato Cosenza aderisce allo sciopero, proclamato per il 30 e 31 gennaio, dei lavoratori di Ferrovie della Calabria che prestano servizio alla ditta appaltatrice Zenith Services Group Spa. "Agli addetti ai servizi di pulizia e sanificazione delle vetture e degli autobus di linea di FdC, - spiega in una nota il sindacato Usb - nonostante abbiano quasi maturato la mensilità di gennaio 2020, non è ancora stato corrisposto lo stipendio di dicembre 2019 e la tredicesima. A questi insopportabili ritardi, che tengono in ansia decine di famiglie, molte delle quali monoreddito, si aggiungono le precarie e difficili condizioni di lavoro".

"Chiediamo che Zenith Services Group Spa, che nella giornata di ieri ha ricevuto l'accredito di una cospicua somma da FdC, corrisponda al più presto gli stipendi ai lavoratori che - precisa l'Usb Lavoro Privato Cosenza - già hanno dovuto firmare il contratto di solidarietà per scongiurare i licenziamenti. Come riscontrato già in altre vertenza sindacali la fonte delle problematiche è il sistema degli appalti. Chiediamo un confronto con FdC e Regione Calabria al fine di procedere all'internalizzazione dei servizi, senza prorogare l'appalto attualmente in essere che tra l'altro, come sperimentato dai lavoratori, risulta non idoneo al servizio. L'unica soluzione seria e strutturale è questa. Unitamente ai lavoratori e alle altre forze sindacali saremo, nei giorni 30 e 31 gennaio, in mobilitazione presso la stazione di Vagliolise".