Carlo Tansi, l’outsider che ha sfiorato il colpaccio. E a Riace l’ex vice di Lucano si oppone alla Lega

tansicarlonuova20setdi Walter Alberio – Come il Movimento Cinque Stelle, la sua "Tesoro Calabria" si è fermata ad un passo dalla soglia di sbarramento. Ma se la prova dei pentastellati, forza di governo molto forte al Sud (almeno fino alle ultime Politiche ed Europee), può considerarsi deludente, quella dell'ex capo della Protezione civile può essere quasi un punto di partenza, nonostante il rammarico per non aver conquistato nessun seggio, alla luce soprattutto delle prime proiezioni che davano Tansi al 9%.
Senza politici e segretari di partito alle spalle, Tansi ha infatti conquistato il 7,22%, sfiorando il sorpasso sui cinquestelle.

Incuriosisce il dato nella circoscrizione Sud e, quindi, nella provincia di Reggio Calabria, dove Tansi raccoglie il dato più basso, ovvero appena il 3,66%, per poi raggiungere il 20,62% a Riace grazie a Giuseppe Gervasi. L'ex vicensindaco di Riace ai tempi di Lucano e, poi, sindaco facente funzione, ha infatti ottenuto 135 preferenze, segno che il Modello dell'accoglienza e la sinistra sono elettoralmente vivi a Riace. Lo stesso Lucano non ha nascosto recentemente la voglia di ritornare a correre per la carica di sindaco nel paesino della Locride, che per anni è stato simbolo di una politica di integrazione verso i migranti. Una condizione mutata dopo quanto emerso dalle inchieste giudiziarie e all'indomani delle ultime amministrative che hanno premiato un sindaco "salviniano", Antonio Trifoli.

In totale l'ex capo della Protezione Civile è arrivato a prendere 172 voti, quattro in più della Lega che comunque è risultato essere il partito "tradizionale" più votato, staccando il Pd di 6 punti e i cinquestelle (impantanati al 5%), e anche gli alleati FdI (9%) e Forza Italia (7,87).

In riferimento alle circoscrizioni, il risultato migliore di Tansi è al nord, in provincia di Cosenza: il candidato indipendente va in doppia cifra, ottenendo il 10,90%. Nel capoluogo bruzio, l'ex capo della protezione civile regionale arriva a superare il 21%. Nella circoscrizione Centro (Catanzaro, Vibo e Crotone) Tansi raccoglie spicca il 6,03%. Spicca il dato nella città di Crotone (16,45%).
"Hanno vinto i poteri forti e la rassegnazione dei calabresi" ha commentato sui social Tansi. Una rassegnazione che tradotta in numeri fa 56%: al di là di tutte le analisi, il primo "partito" è ancora quello di chi non decide e si astiene ed è composto da oltre la metà degli elettori calabresi aventi diritto al voto.