Raffa: "Da Morra barbarie giuridica, tentativo destabilizzante dal punto di vista democratico"

Raffa Giuseppe 500"Sono in campo e ci rimango per le elezioni del 26 gennaio e sono convinto che queste Regionali saranno per me personalmente e per la coalizione di centrodestra, un successo". Lo scrive in una nota Giuseppe Raffa, candidato alle elezioni regionali con Forza Italia.

"Oggi più che mai e con sempre più determinazione chiedo il voto delle persone oneste che credono nella legalità. Grazie al sostegno di tantissimi amici, di tante famiglie e persone perbene, domenica prossima sarò e saremo direttamente protagonisti di una grande pagina di democrazia per il bene della Calabria. Il senatore cinquestelle Morra a tre giorni dalle elezioni ha ritenuto di dispensare patenti di legalità agli avversari politici, solo perché coinvolti in vicende che ne sono certo, credendo nella giustizia, si concluderanno, si spera presto, con il pieno riconoscimento della assoluta estraneità ai fatti contestati".

"Allo stato, solo i tempi della giustizia non hanno consentito l'archiviazione di una vicenda banale ( l'acquisto di copie di un libro del valore di 20 euro ). I fatti mi danno pienamente ragione essendo già emersa l'assoluta trasparenza e regolarità della procedura amministrativa richiamata in modo approssimativo e suggestivo da Morra. Lanciare messaggi del genere a due giorni dalle elezioni non è solo un atto di barbarie giuridica ma è destabilizzante e gravissimo dal punto di vista democratico. I tentativi di delegittimazione non fermeranno il mio impegno in queste elezioni regionali che mi vedono candidato con Forza Italia a sostegno di Jole Santelli presidente. Non posso esimermi, dunque, dinanzi ad allusioni infondate e suggestive, provenienti ad hoc dall'esponente del Movimento 5 Stelle Dott. Nicola Morra, proprio nei giorni che precedono la tornata elettorale regionale in cui sono candidato, dal rappresentare la verità rispetto ai fatti strumentalizzati per meri scopi elettorali".