Ferrovie, in Calabria una nuova stazione del circuito Sala Blu per le persone con disabilità

Aumentano i servizi alle persone con disabilità e a ridotta mobilità (PRM) nelle stazioni ferroviarie della Calabria.

Da oggi, anche nella stazione di Sibari le persone potranno richiedere l'ausilio di operatori che li assisteranno nella fase di salita o discesa dal treno e nel percorso compreso fra la banchina e l'area biglietteria.

Il servizio, gratuito, è prenotabile – si legge in un comunicato stampa delle Fs - con almeno 12 ore di anticipo attraverso il Circuito Sala Blu di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane), costituito da 14 Sale con sede nelle principali stazioni italiane e disponibile, da oggi, in 320 scali ferroviari.

Le Sale Blu possono essere contattate telefonicamente al numero verde gratuito 800.90.60.60 (da telefono fisso), al numero nazionale 02.32.32.32 a tariffazione ordinaria (raggiungibile da telefono fisso e mobile) o tramite l'indirizzo mail della sede prescelta (per Reggio Calabria Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ). Inoltre, attraverso il portale Sala Blu on line - registrando i propri dati anagrafici, i contatti e le specifiche esigenze di viaggio - è possibile richiedere l'assistenza direttamente dal web.

Maggiori informazioni su www.rfi.it nella sezione Accessibilità stazioni.

Nel 2019 sono stati oltre 400mila i servizi di assistenza garantiti dalle Sale Blu di RFI sull'intero territorio nazionale. Di questi, 6mila sono stati effettuati attraverso la Sala Blu di Reggio Calabria, che coordina i servizi nelle stazioni del circuito PRM della Calabria, da oggi diventate 12 con l'inserimento di Sibari.

In Calabria, oltre a Sibari, il servizio è disponibile anche a Catanzaro Lido, Cosenza, Crotone, Lamezia Terme, Gioia Tauro, Paola, Reggio Calabria Centrale, Rosarno, Scalea, Vibo Valentia e Villa San Giovanni.

Con l'ampliamento del circuito di assistenza delle Sale Blu il Gruppo FS Italiane intende essere ancora più vicino alle persone che ogni giorno utilizzano treni e stazioni. Inoltre, RFI prosegue con il programma di interventi di natura strutturale e tecnologica con l'obiettivo di eliminare gradualmente le barriere architettoniche in tutte le proprie stazioni per assicurare a tutti i viaggiatori la completa autonomia negli spostamenti.