'Ndrangheta: trovato con armi e coca, arrestato affiliato clan Brianza

Un pregiudicato di 63 anni , gia' coinvolto in una grossa operazione antimafia a Monza, ribattezzata 'Metallica' (che avrebbe dato avvio alla storica operazione contro la 'Ndrangheta, 'Infinito' del 2003) continuava a spacciare grosse quantita' di droga: i carabinieri di Sesto San Giovanni lo hanno arrestato una paio di giorni fa, dopo una perquisizione in casa sua a Milano. Giuseppe Liria, questo il suoi nome, era gia' nei radar della compagnia sestese, guidata dal maggiore Saverio Sica; l'altro giorno pero', anche con l'aiuto dell'unita' cinofila e del cane Denver, i militari hanno avuto la prova dell'attivita' illecita che continuava a svolgere.

Nell'appartamento di via Teodosio, nascosto nel doppio fondo dell'armadio, hanno infatti trovato 220 grammi di cocaina, una pistola Smith e Wesson 38 special con la matricola abrasa e 10 cartucce. Lo hanno quindi arrestato in flagranza per spaccio di stupefacenti. Nella stessa giornata, i militari sono stati impegnati in un'altra operazione, questa volta a Cinisello Balsamo, nel quartiere difficile conosciuto come Sant'Eusebio. Qui hanno infatti messo le manette per spaccio ad un pregiudicato 57enne che teneva 156 grammi cocaina nel box di sua proprieta'; poco piu' tardi non lontano dall'appartamento di P.S., queste le iniziali dell'arrestato, hanno seguito un altro arresto: un 48enne aveva nascosto 20 grammi di polvere bianca in un blocchetto di cemento adoperato per una recinzione.