Iniziata seduta odierna del Consiglio Regionale: quattro punti all'ordine del giorno

E' iniziata la seduta del Consiglio regionale, convocata dal presidente, Nicola irto. Per l'avvio dei lavori e' stato necessario attendere la conclusione della riunione della II Commissione "Bilancio", convocata in mattinata, per l'approvazione degli atti propedeutici all'autorizzazione dell'esercizio provvisorio della Regione Calabria per il 2020. All'ordine del giorno gia' predisposto, dunque, si dovrebbero aggiungere, in corso d'opera, i provvedimenti licenziati questa mattina in Commissione. Tra questi, l'Assestamento e provvedimento generale di variazione del bilancio di previsione della Regione Calabria per gli anni 2019-2021, e l'Approvazione del bilancio consolidato dell'anno 2018 della Regione Calabria - art. 68 del Decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118 e l'allineamento del piano finanziario del POR Calabria FESR-FSE 2014/2020. Quattro i punti, fissati al momento, all'ordine del giorno dei lavori. Si iniziera' con l'esame dell'ordine del giorno, a firma Franco Sergio, rinviato nella scorsa seduta per consentire la correzione, tramite emendamento, di un refuso del testo, riguardante i tirocinanti dell'amministrazione della giustizia, i tirocinanti degli enti locali rientranti nell'ex Bacino dei percettori di mobilita' in deroga, i tirocinanti MIBACT e i lavoratori in servizio presso il MIUR in ordine alla storicizzazione dei precari della Regione. Tornera' in Aula, anche la proposta di legge di Francesco D'Agostino (Oliverio Presidente) recante "Modifiche ed integrazioni alla legge regionale 11 agosto 2014, n. 14 (Riordino del servizio di gestione dei rifiuti urbani in Calabria)" il cui inserimento non era stato approvato nella scorsa seduta. Chiudono la seduta due proposte di legge. La prima, per l'approvazione del rendiconto generale relativo all'esercizio finanziario 2018, e la seconda, di "Assestamento e provvedimento generale di variazione del bilancio di previsione della Regione Calabria per gli anni 2019-2021 del Consiglio regionale".