Dl Calabria, Giulia Grillo (M5S): “La Consulta mi dà ragione”

"La Corte Costituzionale mi da' di nuovo ragione e boccia per la seconda volta un ricorso della Regione. Ora il ministro Speranza ha il dovere di far funzionare l'unico strumento in grado di risollevare la sanita' calabrese". Cosi' l'ex ministro della Salute, Giulia Grillo, commenta la nuova sentenza della Corte Costituzionale che ha ritenuto inammissibile l'impugnazione del Dl Calabria da parte della Regione. Il decreto approvato ad aprile dal Consiglio dei Ministri prevedeva, tra le altre cose, misure emergenziali per la sanita' calabrese, introducendo un super commissario della sanita' regionale, incaricato di effettuare una verifica straordinaria sui direttori generali degli enti del Servizio sanitario regionale. La Consulta aveva gia' bocciato a luglio scorso un precedente ricorso da parte della regione in merito alla delibera di nomina del super commissario.