Arte, dalla Calabria alla Polonia: 30 opere di Silvio Vigliaturo in mostra al museo di Krosno

Dopo il successo riscosso la scorsa estate al Muzeum Karkonoskie di Jelenia Góra, la mostra Fatti di Luce, personale di Silvio Vigliaturo (nato ad Acri, nel 1949), rinnova il felice sodalizio tra l'artista e maestro del vetro e la Polonia, approdando al Glass Heritage Centre di Krosno, il più importante e conosciuto centro di produzione di vetro e fibra di vetro d'Europa.
Inaugurato nel 2012, il Glass Heritage Centre è situato nell'affascinante location del mercato della città vecchia. Il museo racconta, attraverso numerosi reperti e manufatti, la storia di una tradizione ricca e vitale, oltre a mettere in luce i segreti della produzione moderna del vetro.

A partire da sabato 16 novembre il museo di Krosno ospiterà una collezione di trenta opere, tra sculture in vetro e dipinti, rappresentativa della produzione più recente dell'artista italiano. Le sale del museo faranno da palcoscenico alle variopinte e coinvolgenti narrazioni a cui Vigliaturo dà vita attraverso le sue opere, imbastendo scene i cui protagonisti sono i maestosi personaggi di vetro che lo hanno reso famoso nel mondo.
Lo spettatore si troverà a tu per tu con alcune delle tematiche più significative della poetica dell'artista – la Maternità, Angeli & Diavoli, L'inganno, i Generali, la Musica – personificate in sinuose creazioni in vetro di oltre due metri d'altezza, che catturano lo sguardo grazie alla maestria dell'artista nel far interagire alla perfezione le cromie accese e la luce, sfruttando la naturale trasparenza della materia.
Le sculture si intervalleranno ai vorticosi dipinti a olio, che testimoniano della destrezza di un segno netto che intesse trame e volumi, coniugando sapientemente astrazione e figurazione, e disegnando gli spazi geometrici abitati da colori accesi e brillanti.