CIS Catanzaro e Vibo Valentia, Arcuri (Invitalia): "Comuni presentino almeno un progetto"

"L'auspicio e' che ogni comune di queste due province presenti almeno un progetto". Lo ha detto l'amministratore delegato di Invitalia, Domenico Arcuri, nel corso dei due incontri sui Cis Calabria Nord e Calabria Sud che si sono svolti a Catanzaro e Vibo Valentia.

"Gli incontri - e' detto in un comunicato di Invitalia - sono serviti per illustrare ai presidenti delle due province e ai sindaci dei comuni coinvolti le opportunita' di crescita e sviluppo che i due Contratti istituzionali di sviluppo possono rappresentare per la Calabria, nonche' le possibilita' e le modalita' per accedervi". "Negli ultimi mesi, grazie all'azione del presidente del Consiglio Giuseppe Conte - ha aggiunto Arcuri - lo strumento del Cis e' stato utilizzato in diverse aree del Sud. In Molise e nella Capitanata sono gia' in fase operativa. In Sardegna meridionale e in Basilicata i rispettivi Cis non sono ancora nella fase di valutazione, ma Invitalia sta raccogliendo le proposte". L'agenzia soggetto attuatore dei Cis raccogliera' e, con i componenti del Tavolo Istituzionale costituito ad hoc e presieduto dal Presidente del Consiglio, valutera' le proposte di sviluppo che verranno presentate e poi, se selezionate, inserite nel gruppo di proposte finanziabili a valere sul Cis Calabria Nord, per Catanzaro e sul Cis Calabria Sud, per Vibo Valentia". "Le proposte che verranno dal territorio - ha sostenuto ancora l'Ad di Invitalia - dovranno essere: strategiche, cioe' collegate allo sviluppo possibile del territorio e avere ricadute occupazionali; cantierabili nel breve periodo; addizionali, ovvero non inserite in nessun altro contenitore programmatico. Non, ad esempio, nel Patto per la Calabria. I progetti dovranno essere proposti dagli 'attori locali' e non vi sara' ingerenza esterna al territorio, come e' invece accaduto in passato, ma con risultati prossimi allo zero".