Consiglio Regionale, si naviga a vista. Maggioranza nel caos, Oliverio costretto a dare forfait su variazione di bilancio per elezioni

oliverio cons reg"Bacchettato", abbandonato, battuto. Il presidente della Giunta Regionale della Calabria, Mario Oliverio, si presenta, in sintesi, così dopo la seduta, tolta da pochi minuti, del Consiglio Regionale.

Un Consiglio Regionale che ha visto una notevole bagarre attorno alla vicenda della variazione al bilancio 2019/2021 da 7 milioni di euro per coprire il costo di eventuali elezioni regionali.

Proposta che il Governatore è stato costretto a rinviare dopo un dibattito acceso anche in vista delle prossime consultazioni.

Da segnalare, durante la seduta, le diverse posizioni assunte dai Consiglieri di maggioranza.
Con Oliverio che è stato attaccato ad esempio da Guccione, che lo ha accusato sostenendo come la variazione di bilancio proposta oggi sia in realtà una strategia per finanziare le primarie del Pd

Poi scaricato dal neo arrivato in Consiglio Giuseppe Giordano, che ha detto: "Serve una svolta, serve rinnovamento. Ci vuole coraggio, che il presidente Oliverio questo coraggio lo debba dare, come uomo di grande esperienza. Le forze politiche dell'arco progressista facciano una scelta coraggiosa con una proposta nuova".

O da chi come Mimmo Bevacqua ha proposto "ritrovare un comune denominatore all'interno della maggioranza. Apprezza lo spirito che anima il Presidente Oliverio, ma necessario un ulteriore approfondimento ed anche sulla data delle elezioni condividerne la decisione".

Data delle elezioni che, però, non è arrivata.

Bocciato, infine, anche il provvedimento di liquidazione amministrativa coatta del Corap.