Seggio contestato in Calabria, Fulvia Michela Caligiuri verso il Senato

caligiurifulvia"Nella seduta odierna, la Giunta delle elezioni e delle immunita' ha adottato tre deliberazioni". Cosi' in una nota il senatore Maurizio Gasparri presidente della Giunta delle elezioni e delle immunita' parlamentari.

"Su proposta del relatore per la Regione Calabria Balboni, - prosegue la nota - si e' deciso all'unanimita' di aprire la procedura di contestazione dell'elezione del senatore Matteo Salvini, al cui posto subentrerebbe la candidata di Forza Italia, Fulvia Michela Caligiuri. Si precisa peraltro che, essendo stato eletto in piu' regioni, qualora fosse definitivamente approvata la procedura di contestazione, il senatore Salvini conserverebbe comunque il proprio seggio, che sarebbe assegnato nel Lazio".

"Su proposta del relatore per la Regione Emilia Romagna Paroli, - si legge ancora - si e' deciso all'unanimita' di aprire la procedura di contestazione dell'elezione del senatore del Pd, Edoardo Patriarca, al cui posto subentrerebbe il candidato della Lega, Stefano Corti".

Infine si legge ancora nella nota, "su proposta del relatore per la Regione Sicilia Urraro, si e' deciso, con dodici voti favorevoli e dieci contrari, che il seggio non assegnato in Sicilia, a causa dell'esaurimento di tutti i candidati della lista Movimento 5 Stelle, sia individuato, ricorrendo alla legge elettorale per la Camera dei deputati, nella regione in cui lo stesso Movimento 5 Stelle ha conseguito la maggior parte decimale del quoziente non utilizzata, ossia in Umbria. Sara' quindi redatto da parte del relatore un documento che verra' sottoposto alla decisione finale dell'Assemblea".