PASocial Day 2019: gli italiani chiedono nuovi strumenti alle istituzioni

Grande successo per la seconda edizione del PASocial Day, evento in contemporanea in 18 città sul rapporto fra nuova comunicazione ed istituzioni. 8 italiani su 10 vogliono ricevere più informazioni, comunicazione e servizi da parte della Pubblica amministrazione attraverso i social e le chat. A chiederlo non sono solo i giovani: 7 over 54 su 10, in maniera omogenea nel Paese, vogliono essere maggiormente connessi con le loro amministrazioni di riferimento e si aspettano informazioni non solo più immediate ma anche più dettagliate. Non solo testo, ma anche immagini, video ed emoticon tipiche delle conversazioni interpersonali e familiari. Una Pubblica Amministrazione a portata di social, quindi, pronta a dare informazioni, risposte immediate e puntuali evitando chi insulta o utilizza messaggi fuori contesto. Questi sono dati emersi dall'Osservatorio nazionale sulla Comunicazione Digitale, promosso dall'associazione PA Social e dall'Istituto Piepoli. "Il PA Social Day e la rete nazionale per la nuova comunicazione – sottolinea il presidente di PA Social Francesco Di Costanzo – sono un orgoglio per l'Italia, siamo i primi nel panorama internazionale e ogni anno c'è una crescita nella consapevolezza, nella quantità e nella qualità di quanto viene offerto ai cittadini. Oggi tantissime persone si sono impegnate e hanno partecipato in tutta Italia, a loro va il ringraziamento dell'Associazione, anche e soprattutto per quello fanno ogni giorno sulla nuova comunicazione pubblica."

A Reggio Calabria si è parlato di valorizzazione del patrimonio culturale ed archeologico con esperienze della città e della regione stessa. Importante il momento formativo curato dall'Agenzia MiCiLab e dai partner di Alphadev, provenienti da Corigliano-Rossano, su come il marketing e la comunicazione siano strumenti imprescindibili per la promozione di un territorio. "La comunicazione è narrazione e bisogna conoscerla e saperla usare, altrimenti si rischia di ottenere risultati al di sotto delle aspettative" ha ricordato Simone Corami, digital strategist di MiCiLab ed ex vicepresidente di NordEst Digitale. Mita Borgogno, giornalista e social media specialist MiCiLab, ha illustrato come i social offrano enormi possibilità sia per le PA che per il business mentre Francesco Ratti, account manager e formatore di MiCiLab, ha invece parlato dell'esperienza di Imforma, Ente di Formazione regionale che ha deciso di sperimentare per la prima volta un progetto di stage congiunto fra studenti di Marketing Turistico, Webmaster, Grafici e Addetti di Segreteria mirato a sviluppare un progetto turistico innovativo per la città di Corigliano Rossano e per l'intero territorio dello jonio cosentino. Fausto Morini e Luigi Cordì, rispettivamente grafico e web designer di Alphadev, hanno illustrato come la grafica e l'interazione degli strumenti web migliorino la nostra vita semplificandola.

Rispetto alla passata edizione, Il PA Social Day 2019, ha presentato diverse novità, grazie alla collaborazione dei partner InfoCamere, L'Eco della Stampa, Digital4Democracy e ai media partner Agi, IPress, cittadiniditwitter.it, ilgiornaledellaprotezionecivile.it.