Dl Calabria, Ugl: "Valuteremo effetti sul campo"

"Il decreto Calabria e' legge. Il Senato ha dato il definitivo via libera alla norma e per il ministro alla Salute Giulia Grillo si tratta di un passaggio epocale per la nostra Regione. L'Ugl attende di valutare sul campo l'efficacia delle norme approvate". Ad affermarlo e' il segretario generale della Ugl Calabria Ornella Cuzzupi che concede un'apertura di credito al governo nazionale guidato dal premier Giuseppe Conte.

"Dopo anni di commissariamento che non hanno fatto altro che far aumentare il debito della sanita' calabrese - dice Ornella Cuzzupi - siamo davanti ad un decreto di natura emergenziale che stringe ancora di piu' i parametri di controllo, estendendoli anche alla nomina dei manager delle Asp. All'interno di un decreto che esaspera la presenza e il controllo del governo centrale, nonostante alcuni correttivi introdotti, si trovano pero' interventi positivi volti all'innalzamento dei Lea e allo sblocco del turnover. Evidentemente il governo - conclude il segretario Ugl - ha valutato cosi' grave la situazione nella nostra Regione, e il default dell'Asp di Reggio ne e' ultimo e drammatico segnale, da ricorrere ad una legge speciale per la Calabria. Ovviamente, dunque, si dovra' trattare di norme da applicare per un breve periodo e che dovranno servire a riportare alla normalita' la situazione. L'obiettivo di tutti non puo' non essere quello di far uscire la sanita' calabrese dal commissariamento per riportarla alla gestione ordinaria. L'Ugl vigilera' con attenzione, cosi' come fa per tutti i comparti produttivi regionali all'interno dei quali e' sempre rappresentata, l'applicazione della normativa e i risultati che davvero sara' in grado di raggiungere".