Siclari (FI): "Oggi a Roma per protestare contro il Dl Calabria. Grillo riceva delegazione"

"Centinaia di calabresi oggi alle 14.30 saranno in Piazza Montecitorio a lottare per il loro sacrosanto diritto alla salute proprio nel giorno in cui il Decreto Salute per la Calabria viene discusso in Senato. Il Ministro Grillo non rimanga sorda a questo grido di dolore che viene da una terra martoriata che chiede solo di avere garantito il sacrosanto diritto alla salute. Ministro incontri una delegazione di cittadini, di operatori sanitari, di associazioni del settore e delle sigle sindacali presenti in piazza per confrontarsi su cosa realmente ha bisogno la sanità calabrese. Il decreto va migliorato lo dice il CNU, gli ordini professionali nazionali e 104 docenti universitari".
Lo ha dichiarato il senatore forzista Marco Siclari a poche ore dalla manifestazione lanciando un appello al ministro Grillo.

"In questa giornata fondamentale per i calabresi la Lega ha un ruolo centrale. Da posizione di Governo rifletta sugli emendamenti, soprattutto dopo la benevolenza dimostrata dai calabresi che hanno fatto aumentare la Lega del 18% alle europee e fatto perdere il 13% al M5S per il Decreto Calabria.
La Lega ascolti i calabresi. Dobbiamo tutelare i più bisognosi e garantire il diritto fondamentale alla salute".

E ancora: "Questo decreto, lo diciamo da tempo, non elimina 'Ndrangheta e tantomeno la politica. Ad essere danneggiate e, in molti casi eliminate, sono le aziende sane che non avranno la possibilità finanziarie di competere con quelle eventualmente infiltrate. Un decreto fatto su misura della politica, per permettere le nomine alla politica. Cotticelli ed i commissari chi li ha nominati? Non rendetevi responsabili del colpo mortale inflitto a un sistema sanitario già devastato".

"Il decreto, così come pensato, non prevede 1 euro per l'assistenza sanitaria, ma soltanto la possibilità di mantenere il commissarimaneto e di distruggere le aziende sane non pagandole dichiarando dissesto delle ASP gestite dai commissari e dove i calabresi non hanno colpa. Perché non individuate i colpevoli invece di prendervela con i calabresi?e di distruggere le aziende sane non pagandole, dichiarando dissesto delle ASP gestite dai commissari, dove i calabresi non hanno colpa. Perché non individuate i colpevoli invece di prendervela con i calabresi? Così a pagare saranno ancor una volta le vittime e non i carnefici. Non rendetevi complici di questo disastro. Sono fiducioso che il ministro Grillo riceverà una delegazione. Come il ministro è venuto in Calabria a fare il Consiglio dei Ministri ed è stata accolta a braccia aperte, adesso che la Calabria è a Roma non si tiri indietro e accolga i rappresentanti della sanità calabrese e dei malati. Spero lo faccia come medico, come donna del sud e come Ministro".