Martorano (Fil): “Sanità nel caos”

"Sanità nel caos...di chi è la colpa?

Nessuno è colpevole ... tutti sono colpevoli!

Quanto sta accadendo oggi nella sanità regionale e in particolare nell'ASP di Reggio Calabria è il naturale evolversi di "inadempienze, mancanze, lacune amministrative e procedurali, incapacità di ascolto". Soprattutto questa ultima mancanza (l'incapacità di ascolto) è per noi una nota dolente: sono anni che denunciamo, segnaliamo, informiamo, avvisiamo chi ha governato la sanità reggina delle tante criticità che pure erano sotto gli occhi di tutti. Da ultimo abbiamo intrapreso un lungo braccio di ferro con l'ex Commissario Scura che oggi preferisce affidare alle pagine di un suo libro la memoria del suo operato, tra parole non dette e insinuazioni malcelate, invece di andare a denunciare alle autorità competenti "il meccanismo" che avrebbe interessato l'ASP di Reggio di cui si era anche nominato soggetto attuatore.

Che ci fosse un "sistema" consolidato nell'amministrazione finanziaria dell'ASP reggina, a tutto discapito dei cittadini calabresi, lo abbiamo denunciato per tempo al Prefetto, alla Magistratura contabile, allo stesso Commissario Scura, arrivando a proporre un esposto denuncia contro lo stesso Scura (iscritto al RGNR al n.459/2018): ma purtroppo i tempi della Magistratura non consentono di intervenire ex ante ma solo ex post.

Oggi si piange sul latte versato ma persiste un atteggiamento di chiusura delle Istituzioni competenti per il quale, ad esempio, è rimasta senza risposta la nostra ennesima richiesta di incontrare la Commissione Straordinaria per discutere sulle criticità del sistema sanitario provinciale e dare il nostro contributo di "conoscenza" alla risoluzione dei tanti problemi che si rincorrono e si aggravano: saremo anche una piccola realtà sindacale ma abbiamo chiari problemi e soluzioni e abbiamo sempre fatto sentire la nostra "voce" nell'interesse dei cittadini prima e dei lavoratori dopo.

Per questo preannunciamo che la nostra segreteria provinciale si riunirà a fine mese per decidere che azioni intraprendere per dare una "scossa" all'immobilismo attuale". Lo afferma il segretario generale della Fil Giuseppe Martorano.