Santelli (FI): "Calabria crollata nell'ultimo quadriennio come produzione industriale e qualità dei servizi"

La Calabria è crollata, nell'ultimo quadriennio, come produzione industriale, con una media inferiore del 40% al Pil nazionale, e come qualità dei servizi primari. Lo afferma l'on Jole Santelli, coordinatrice regionale di Forza Italia Calabria. Si tratta di due aree apparentemente diverse ma indicative della stagnazione cui la Calabria è stata ridotta dal centrosinistra.

La produzione industriale è diminuita progressivamente in tutti e quattro gli anni e lo confermano i dati sull'export che registrano un segno più ma in misura inferiore di un quinto della media nazionale che è al 6,4%. L'agricoltura è stata devastata, dimenticando l'importante funzione di Arsac ed Arssa, come sperimentazione. I consorzi industriali, che avevano un ruolo nella filiera produttiva, sono stati cancellati e al loro posto è stata creata una struttura che non è nemmeno in grado di pagare gli stipendi. Fincalabra che è una banca a tutti gli effetti doveva sostenere l'economia territoriale ma di fatto non esiste più Il resto dei servizi è quello confrontabile vedendo in quali condizioni è ridotta la sanità, ultima in Europa per qualità e prestazioni Sulla sanità si registra uno scontro senza tregua tra Governo e Regione. . Un bilancio che si commenta da sé - conclude Santelli - e che certifica il fallimento del centrosinistra