Omicidio Kuciak, svolta nelle indagini: imprenditore accusato di essere il mandante

kuciakjan nuovaI magistrati slovacchi hanno incriminato un imprenditore per l'omicidio del giornalista Jan Kuciak e della sua fidanzata, lo scorso anno, un caso che scatenò proteste di massa. Kuciak e Martina Kusnirova, entrambi 27enni, furono uccisi a colpi di arma da fuoco nel febbraio 2018. La polizia slovacca ha confermato l'incriminazione su Facebook, senza nominare i sospetti. Da quanto riporta il quotidiano economico Hospodarske nella sua edizione online. si tratterebbe però del controverso imprenditore Marian Kocner.

Kocner è in prigione per frode dall'estate 2018. Della possibilità che l'imprenditore sia il mittente dell'omicidio aveva parlato lo scorso ottobre Zoltan Andruszko, uno dei quattro accusati di aver partecipato all'omicidio.

Le proteste per l'omicidio Kuciak indussero lo scorso anno il primo ministro Robert Fico a dimettersi. Altre quattro persone furono incriminate dalla magistratura lo scorso anno. L'incriminato, secondo i media slovacchi, è l'imprenditore Marian Kocner, ora in carcere. Kuciak, tra le altre cose, scrisse della corruzione degli imprenditori slovacchi, di fondi Ue e frodi fiscali, oltre che del tentativo della 'Ndrangheta di coltivare legami con i politici slovacchi.

Secondo quanto reso noto alla conferenza stampa, il motivo dell'omicidio era il lavoro investigativo di Kuciak. Non e' invece confermata per il procuratore la pista italiana. ''Vorrei ringraziare i rappresentanti italiani per la loro disponibilita''', ha detto il procuratore non escludendo comunque che il numero degli accusati possa aumentare e annunciando di voler continuare nelle indagini almeno per altri sei mesi. All'inizio dell'inchiesta la polizia slovacca e la procura generale avevano definito come motivo dell'omicidio il lavoro diKuciak che scriveva dei legami tra la 'ndrangheta calabrese operativa in Slovacchia e l'entourage dell'ex premier Robert Fico.