‘Venerdì per il futuro’, Puccio (Pd): “Una nuova coscienza sociale collettiva per fermare il declino ambientale del pianeta”

"Domani sarà anche in tutta Italia il primo 'Venerdì per il futuro'. In tutto il mondo si prevede che saranno 150 i Paesi che parteciperanno alla più grande mobilitazione popolare a difesa del clima, del futuro del pianeta e delle nuove generazioni. Non si tratta di un evento 'rituale'. Questa volta siamo di fronte a qualcosa di ben diverso e, anche per questo motivo, significativo ed importante destinato ad incidere nella coscienza collettiva di tutti noi. Il movimento mondiale è stato messo in piedi a seguito dell'impegno e della protesta avviata dalla 16enne svedese Greta, diventata un simbolo e un esempio per una intera generazione, e in pochi mesi, attraverso i social, ha coinvolto migliaia e migliaia di giovani, tutti accomunati nel richiedere ai governanti mondiali di smetterla con le dichiarazioni di intenti e di passare subito ai fatti, riducendo il fenomeno dell'inquinamento, del riscaldamento globale e non avvelenando il futuro dei più giovani".

"Sono sempre più numerosi i cittadini che vogliono aria più pulita, meno plastica nei nostri oceani, più energia da fonti rinnovabili, un futuro sostenibile per i bambini, in breve più risolutezza politica per il pianeta. Di fronte ad un movimento così ampio, coinvolgente, inarrestabile si rimane positivamente impressionati. La capacità "rivoluzionaria" dei giovani è da sempre elemento travolgente e sovvertitore. La presa d'atto di una nuova coscienza civile rispetto al clima è il primo passo che si deve compiere per riscrivere il futuro del pianeta. Bene, quindi, stanno facendo i tanti presidi italiani a spiegare che la partecipazione alla manifestazione di domani non verrà considerata un'assenza dalle lezioni scolastiche. Anche questo è un bel segnale (nel silenzio del Ministero dell'Istruzione) che rincuora e rafforza la convinzione che siamo davvero davanti ad una sfida decisiva che deve vedere impegnato ognuno di noi nella costruzione e radicamento di una nuova coscienza sociale collettiva, l'unica possibilità che ci resta per fermare il declino ambientale del pianeta. Ai ragazzi, che si dimostrano combattivi e determinati, va il ringraziamento per il prezioso insegnamento e la speranza di un futuro migliore che ci stanno regalando". Lo scrive, in una nota, Giovanni Puccio, responsabile organizzativo del PD Calabria.