Change Destiny: “Aumentano in Calabria le violenze verso i cani, non rimanere indifferenti”

"Per i cani in Calabria è davvero uno stato di emergenza. Se il fenomeno dell'abbandono estivo sembra -per fortuna- essere progressivamente diminuito, in linea col resto d'Italia (salvo poi fare i conti con strutture ricettive affatto "animal friendly"), purtroppo aumentano a dismisura i casi di violenze inaudite e ingiustificate ai danni dei nostri amati Amici a 4 zampe. È tristissimo dover leggere di continuo sulle pagine dei giornali di cani avvelenati, uccisi a bastonate, soffocati, maltrattati... Anni addietro abbiamo affrontato il fenomeno del randagismo a Lamezia Terme, permettendoci -con umiltà e spirito collaborativo- di fornire alcuni suggerimenti per risolvere in maniera seria e concreta un problema che affligge molti centri cittadini. In realtà il randagismo non è mai trattato come un problema, per lo più viene sottovalutato dagli amministratori locali, che invece hanno delle responsabilità anche nei confronti degli Amici a 4 zampe che vivono nel territorio comunale, tant'è che nei tributi versati dai cittadini è già compresa una parte destinata al benessere degli Animali! Una tale indifferenza lascia spazio ad atti di crudeltà, che ancora -benchè da più parti si lotti per l'inasprimento delle pene- non vengono adeguatamente perseguiti e puniti. La mancanza di fondi sufficienti per la gestione di canili e ricoveri non è una giustificazione valida! E gli "incidenti" che hanno per protagonisti esponenti delle forze dell'ordine "costretti" all'uso delle armi, non possono essere accettati: altri metodi possono essere utilizzati per far fronte ai rari casi in cui cani terrorizzati e/o feriti sembrano essere ingestibili o aggressivi (nelle riserve in Africa, dove gli animali selvatici sono aggressivi per loro natura, si usano da decenni dardi anestetici solo se costretti)".

"È pervenuta ieri l'ennesima notizia di cani avvelenati nella provincia di Crotone (Cutro), ma purtroppo non mancano neanche a Reggio Calabria, Vibo Valentia, Catanzaro e Cosenza. Piuttosto che favorire "discutibili progetti educativi", come le lezioni di caccia ai bambini (a Cotronei), si rende necessario e assolutamente urgente che gli Organi di Governo Regionale intervengano sulle amministrazioni locali con iniziative concrete a tutela degli Animali. L'educazione al Rispetto verso Ogni Creatura, alla Compassione e all'Empatia verso Esseri senzienti (cioè che provano sentimenti, emozioni e dolore come noi), è fondamentale se vogliamo ancora poter dire di vivere in un posto civile (come diceva Gandhi "La grandezza di una nazione e il suo progresso morale si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali")! Noi della Change Destiny rimandiamo i lettori alla visione della nostra Campagna Permanente "uomo amico?" all'indirizzo: https://youtu.be/CxiC7pzm5TE". Lo scrive, in una nota Angela Morabito, presidente dell'associazione No Profit Change Destiny.