“Il ministro Toninelli abbraccia commosso le famiglie delle vittime della SS 106”

"Ha avuto luogo ieri, presso l'Istituto Salesiano di Soverato, la storica visita del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti On. Sen. Danilo Toninelli che ha avuto modo di spiegare che la sua «presenza in Calabria è per dare massima priorità ad una regione tanto importante». Una priorità, quella del Ministro, che non è sarà solo rivolta alla messa in sicurezza ed al rilancio delle infrastrutture in Calabria ma anche e, soprattutto, alle persone.

Lo ha dimostrato da subito incontrando a Soverato per prime le Associazioni "Basta Vittime Sulla Strada Statale 106" e "Ferrovie in Calabria", due sodalizi composti per lo più da giovani e che con impegno volontario e gratuito sono da anni impegnate per essere da stimolo a quelle Istituzioni che sono chiamate a risolvere i tanti problemi della Calabria.

Nello specifico, l'incontro con tra il Ministro Toninelli ed il Presidente dell'Associazione Ing. Fabio Pugliese è stato commovente: si è dimostrato alto il profilo umano del Ministro che ha riservato grande attenzione e particolare sensibilità ad un problema, quello legato alla strada Statale 106, tra i più sentiti in Calabria. Un incontro cordiale peraltro con un Ministro della Repubblica Italiana a cui occorre dare già un grande merito nel senso del cambiamento: ha percorso la S.S.106 per 90 chilometri da Soverato fino a Crotone fatto, questo, mai avvenuto prima quanto meno negli ultimi 30 anni per rendersi conto di persona dello stato in cui versa la famigerata e tristemente nota "strada della morte".

Proprio questa scelta, insieme all'inedita richiesta dell'On. Ministro Toninelli di abbracciare il Presidente a margine dell'incontro avuto a Soverato, è stata apprezzata da tutti gli iscritti e da migliaia di simpatizzanti dell'Associazione ma, soprattutto, dalle Famiglie delle tante, troppe vittime della S.S.106 in Calabria che – per citare uno tra le centinaia di messaggi pervenuti all'Associazione – sono grate al Ministro Toninelli «perché grazie a lui la nostra Famiglia trascorrerà un Natale meno freddo, ci sentiremo meno soli: quell'abbraccio a te caro presidente lo sentiamo tutto nostro».

Nel concreto l'incontro tra la Delegazione dell'Associazione "Basta Vittime Sulla Strada Statale 106" guidata dal Presidente Pugliese e composta dal Consigliere di Direttivo Tino Marino e dall'iscritto Luigi Madeo, con il Ministro Toninelli è stato molto proficuo. Il Ministro ha dichiarato chiaramente (sia a Soverato che a Crotone), la sua volontà insieme a quella del Governo di realizzare l'ammodernamento del Megalotto 3 della S.S.106 che collegherà finalmente Sibari a Roseto e consentirà l'ingresso della Nuova Strada Statale 106 ammodernata già in Puglia e Basilicata finalmente anche in Calabria dopo circa un secolo di attesa.

Il Ministro ha inoltre specificato che cercherà di verificare se sull'opera – che costerà 1,3 miliardi di euro – ci saranno dei margini per «poter risparmiare denari» senza che ciò possa alterare i tempi di avvio dei lavori poiché in questo momento è fondamentale non solo eliminare ulteriori possibili ritardi ma c'è, invece, la necessità di riuscire a far partire l'Opera al più presto.

Anche per questo il Ministro ritornerà già nei prossimi mesi nella nostra regione (probabilmente febbraio) a dimostrazione – ha dichiarato il Ministro - «dell'attenzione e della centralità massima che la Calabria ha da parte del Governo e del mio Ministero» che nascono dalla convinzione che «far ripartire la Calabria significa far ripartire l'Italia»

Una giornata storica, quindi, che lascia grande fiducia ai tanti cittadini che sognano un concreto cambiamento per la Calabria e che resterà indelebile nella storia dell'Associazione che ringrazia commossa e con grande sincerità il Ministro Toninelli e che rivolge anche un grande ringraziamento all'On. Sen. Silvia Vono per la straordinaria ed unica sensibilità che da tempo riserva alle diverse e svariate problematiche legate alla S.S.106 in Calabria con un impegno ed una capacità di rappresentanza importante e lodevole". Lo scrive in una nota l' associazione "Basta Vittime Sulla Strada Statale 106".