Protezione Civile, Italia Nostra: "Sospensione Tansi atto grave"

"La sospensione del responsabile della Protezione civile calabrese, Carlo Tansi, rappresenta un grave arretramento dello Stato che mette davanti al bene pubblico gli illegittimi interessi delle consorterie regionali" Lo afferma, in una nota, la presidente di Italia Nostra, Mariarita Signorini.

"Carlo Tansi, vincitore nel 2017 del Premio Nazionale 'Umberto Zanotti Bianco' e socio onorario nazionale di Italia Nostra, servitore fedele ed efficiente dello Stato - sostiene, da parte sua, il vicepresidente di Italia nostra, Teresa Liguori - e' stato 'sospeso' dal suo incarico nonostante i numerosi attestati di stima e merito ottenuti nel corso dei suoi anni di servizio. Ricordiamo le parole di Angelo Borrelli, capo della Prociv nazionale, che nel dicembre del 2017 disse: 'Tutte le Protezioni civili regionali dovrebbero ispirarsi al modello Tansi'. Per avere trasferito 23 autisti in forza alla Prociv ritenuti superflui, Tansi era stato anche minacciato e il processo a carico dell'autista accusato delle minacce e' ancora in corso. La Calabria sta sprofondando, tra frane e alluvioni, ed i signori della politica regionale cosa fanno? Licenziano il Carlo Tansi, che ha modernizzato la struttura, eliminando le incrostazioni clientelari, rendendola piu' efficiente".