Trasporto disabili, domani il consiglio dei ministri discuterà del riparto del fondo. Bruno (Upi Calabria): "Avevamo già segnalato a luglio la problematica"

"Il Consiglio dei ministri discuterà, nella seduta di domani, del riparto dei fondi per l'anno 2018 a favore delle Regioni per il servizio di trasporto agli alunni disabili. Speriamo quindi che si possa accelerare la definizione di una problematica che va ad incidere sul diritto allo studio di tanti studenti, in una funzione che da tempo non è di competenza provinciale ma regionale". E' quanto afferma il presidente dell'Upi Calabria, Enzo Bruno, che in queste ore è a Roma per partecipare ad una importante riunione convocata dall'Unione delle Province nazionale sulla situazione dell'edilizia scolastica e le criticità delle infrastrutture stradali. Il Consiglio dei ministri di domani dovrà stabilire i criteri per il riparto dei fondi alle Regioni e quindi consentire l'avvio dei servizi di assistenza agli studenti disabili.

"Alla senatrice Granato, che nei giorni scorsi ha posto l'accento sui ritardi accumulati per gli interventi specialisti a supporto dell'autonomia degli alunni disabili, ricordiamo che l'Upi Calabria aveva segnalato nel mese di luglio che per attuare il servizio, su delega, era necessario che alle Province venisse assegnato un fondo con relativa anticipazione per poter iscrivere la voce in bilancio e avviare le relative gare – afferma il presidente Bruno -. In assenza di notizie in ordine al riparto nazionale, in quanto componente della maggioranza al Governo, la senatrice Granato avrebbe fornito un migliore servizio alla comunità sollecitando al Governo il riparto dei fondi prima dell'inizio dell'anno scolastico, viste le responsabilità in capo all'Esecutivo nazionale e al Ministero dell'Istruzione e dell'Università, invece di cercarle altrove – conclude Bruno -. Restiamo in attesa della deliberazione di domani".