Nessun sottosegretario o viceministro calabrese nell'Esecutivo Conte, Gioventù Nazionale contrariata

"I tanti voti arrivati dalla Calabria ( ben 19 parlamentari) non sono serviti per dare alla nostra regione una rappresentanza all'interno del Governo giallo-verde.
La conferma arrivata ieri sera ha decretato la nomina di 6 viceministri e 39 sottosegretari, penalizzando ancora una volta la Calabria.
Almeno per adesso, l'esecutivo giallo-blu guidato da Conte non annovera alcuna presenza calabrese, questo nonostante l'apporto elettorale offerto dalla regione all'avanzata del M5S e anche al buon risultato riportato dalla Lega di Salvini". Lo si legge nella nota di Gioventù Nazionale Calabria che si dice "contrariata dalla scelta di non avere un calabrese nei ruoli di rilievo, ricorda che il M5s ha avuto il 40% nella nostra regione e il Ministro Salvini è stato eletto Senatore della Calabria, detto ciò non ci sarebbe dispiaciuto avere anche un solo rappresentante calabrese che avrebbe potuto incidere sulle sorti della Calabria nei tavoli di governo".

"Nel "governo del cambiamento", la Calabria , ancora una volta, resta terra di saccheggio elettorale".