L’associazione “Basta vittime sulla SS 106”: “Oliverio nomini Pietro Molinaro di Coldiretti assessore regionale”

Il Direttivo dell'Associazione "Basta Vittime Sulla Strada Statale 106" apprende dell'Esposto presentato alla Corte dei Conti dal Presidente di Coldiretti Pietro Molinaro. "L'Esposto viene presentato proprio nei giorni in cui i magistrati contabili hanno in esame la registrazione della Delibera CIPE del 28 febbraio che determinerà l'avvio dei lavori del Megalotto 3 che ammodernerà la S.S.106 tra Sibari e Roseto Capo Spulico fortemente contrastato, per ragioni di amicizia, da Pietro Molinaro.

Oltre alla tempistica il Direttivo dell'Associazione resta colpita dalla grande amicizia che lega Molinaro a pochi privati dell'alto jonio cosentino ma, soprattutto, stupisce, il suo intervento nel merito: "il consumo del suolo, l'oltraggio paesaggistico e ambientale, l'attentato allo sviluppo ed all'economia, alla fruizione turistica", e non solo, il numero uno di Coldiretti denuncia "vizi di legittimità" e chiede di "fermare" l'avvio di un'opera che è – citiamo testualmente – "uno scempio giuridico e economico".

Il Direttivo dell'Associazione evidenzia con rammarico quanto – anche nell'ennesima nota del più alto rappresentante della Coldiretti in Calabria – emergano rilievi assolutamente incredibili e fuorvianti, fin qui sostenuti casualmente solo dai pochi privati che risiedono nell'alto jonio cosentino e sono amici di Pietro Molinaro.

Ma l'amicizia è importante. L'amicizia è un valore. L'amicizia è sacra. Cosa non si fa per un amico....?

Per questa ragione il Direttivo dell'Associazione "Basta Vittime Sulla Strada Statale 106" intende avanzare una proposta al Presidente della Giunta Regionale Mario Oliverio: revochi la delega alle Infrastrutture all'Assessore Musmanno e dia l'incarico all'amico Pietro Molinaro.

Inoltre, gli conferisca pure l'Assessorato allo Sviluppo Economico ed al Turismo. Non è detto che Molinaro sarà all'altezza di riuscire a far bene per la Calabria e per l'interesse generale di questa Regione ma certamente farà benissimo per l'alto jonio cosentino dove ha dimostrato di tenere non poco ai pochi amici proprietari terrieri".