Ianni e Celebre (Cgil): “Presenza lavoratori in nero ad Amantea? Contrastare una delle piaghe più profonde del nostro territorio”

"Non si può tacere dopo quello che la guardia di finanza di Cosenza ha scoperto presso le unità locali di una società attiva nel settore delle costruzioni nel territorio di Amantea, con la presenza di lavoratori a nero.

Il mondo del lavoro è ormai diventato una giungla dove l'anello più debole, i lavoratori, subiscono i soprusi e lo sfruttamento da parte di aziende dove ormai è passata la cultura dell'impunità, agevolata anche dalle multe che subiscono in caso di riscontro di anomalie nei confronti dei lavoratori spesso irrisorie.

Le riforme degli ultimi anni sicuramente non hanno aiutato, infatti la nascita dell'INL, senza impegno di risorse, non ha portato sicuramente risultati positivi, che tutti ci aspettavamo, serve un coordinamento delle banche dati degli enti interessati all'unificazione per avviare un lavoro di prevenzione e informazione insieme al controllo e verifica.

La fillea CGIL di Cosenza e la Camera del Lavoro della CGIL di Amantea ringraziano le forze dell'ordine per il lavoro svolto e per il controllo in un territorio dove ormai questo fenomeno è diventato normalità e ci appelliamo anche all'Ispettorato nazionale del lavoro, al fine di intensificare i controlli sui cantieri edili.

I lavoratori in nero non hanno le protezioni assicurative necessarie contro gli infortuni, la disoccupazione, la perdita di guadagno, senza contare che non possono versare i contributi pensionistici. Non sono in nessun modo tutelati.

C'è una interrelazione fra legalità, emersione e sicurezza sul lavoro e noi siamo convinti che sia fondamentale per il nostro territorio, l'affermazione di una nuova ottica di crescita economica attenta alle opportunità che il ripristino della legalità può offrire allo sviluppo sia sociale che economico.

Nei prossimi giorni chiederemo un incontro all'INL perché questo fenomeno riguarda tutti i soggetti istituzionali e sociali che insieme devono contrastare una delle piaghe più profonde del nostro territorio che ormai riguarda tutti i settori produttivi". Lo affermano il Responsabile Cgil Amantea Massimiliano Ianni e il segretario generale Fillea Cgil Cosenza Simone Celebre.