Flora Sculco: "25 aprile per rinsaldare senso di unità e di appartenenza"

"Il 73esimo anniversario della Festa della Liberazione è l'occasione preziosa per ricordare tutti coloro, uomini e donne, che si sono spesi per la libertà e la democrazia al Nord al Centro e nel Mezzogiorno. Può servire, in questo frangente delicato per il Paese, a rinsaldare il senso di unità e di appartenenza e a unire gli sforzi per potenziare le nostre istituzioni, consapevoli del fatto che la democrazia va coltivata giorno per giorno per impedirne degenerazioni e rischi". Lo sostiene la consigliera regionale di Calabria in Rete Flora Sculco, secondo cui "ha perfettamente ragione il presidente Mattarella nel segnalare che la Resistenza fu un evento corale, ampio e variegato. In alcuni frangenti della nostra storia, l'accostamento meridionali - Resistenza è parso come un ossimoro che per fortuna si è rivelato col tempo un errato luogo comune, perché (grazie a ricerche autorevoli) è ormai documentato l'apporto di quei giovani e meno giovani dell'Italia del Sud che fecero parte, con ruoli e responsabilità diverse, del movimento di Liberazione". Conclude Flora Sculco: "Solo nel Nord del Paese si sono avuti seimila partigiani meridionali di cui mille calabresi. Non un contributo aggiuntivo, ma un elemento costitutivo della lotta di liberazione".