Forza Italia, sul “caso” Orsomarso-Tripodi il capogruppo alla Camera Brunetta “chiama” la Giunta per le elezioni

brunettarenato600di Mario Meliadò - Il "seggio ballerino" nel collegio camerale Calabria Sud provoca trambusto dentro Forza Italia: l'approdo di Fausto Orsomarso a Montecitorio – alla luce del riconteggio delle schede, per come decretato dalla Corte d'appello di Catanzaro – implicherebbe infatti il venir meno del seggio alla Camera per la forzista reggina Maria Tripodi.

La diretta interessata preferisce non commentare.


Ma dopo le secche parole della coordinatrice calabrese dei berlusconiani Jole Santelli, sulla vicenda interviene anche il capogruppo a Montecitorio uscente Renato Brunetta: «Davvero singolare che da un momento all'altro a Forza Italia in Calabria vengano a mancare circa 4mila voti, mettendo così in discussione il seggo conquistato dalla camera dalla nostra Maria Tripodi – pone in evidenza tra l'altro l'ex ministro –. Nel resto del Paese i riconteggi cambiano equilibri per poche centinaia di voti; in Calabria, per migliaia. Una situazione da attenzionare con estrema dedizione».

Se non siamo all'esplicita denuncia di problematiche quantomeno "interpretative", ci siamo quasi. E in effetti Brunetta, nel ribadire l'assoluta urgenza di un «esposto in Procura» da parte di Forza Italia, chiarisce: «Temiamo che ciò sia il frutto d'erronee trascrizioni dei verbali». Di qui il richiamo a possibili «gravi anomalie» su cui far luce, come già asserito in precedenza dalla Santelli, più una "chicca" metodologica niente male: «Io, come capogruppo alla Camera, chiederò, una volta insediato il Parlamento, un immediato accertamento di questa vicenda da parte della Giunta per le elezioni. Chiarezza e trasparenza prima di tutto», è il mantra di Renato Brunetta.
Intanto il 23 marzo e la proclamazione degli eletti s'avvicinano.