D’Ippolito (M5S): “Fondamentale superare le difficoltà di Sacal, no a campanilismi”

"Riavviare l'aumento di capitale societario, a favore dei viaggiatori e della maggioranza pubblica della società, pure per incrementare le risorse da destinare al funzionamento degli scali di Reggio Calabria e Crotone". E' la proposta del deputato M5s Giuseppe d'Ippolito che - riferisce un comunicato del parlamentare - ha incontrato il presidente della Sacal, Arturo De Felice, e il direttore generale della società, Piervittorio Farabbi.

"Accompagnato dagli attivisti Franco Gallo e Domenico Fragiacomo, del Meet Up lametino - prosegue il comunicato - D'Ippolito ha avuto un colloquio cordiale con De Felice e Farabbi, che hanno garantito il mantenimento dei livelli occupazionali in Sacal e degli impegni assunti per gli aeroporti di Reggio Calabria e Crotone". "Con piacere ho appreso - sostiene d'Ippolito - che con nuovi vettori saranno potenziati i voli da e per l'aeroporto di Lamezia Terme, del quale ho sottolineato la centralità nei progetti di sviluppo del turismo e delle esportazioni dei prodotti calabresi, dunque non solo per il traffico passeggeri. Ora c'è la necessità di un intervento deciso delle forze politiche, perché i Comuni e la Regione sottoscrivano un aumento di capitale per gli investimenti necessari. Ferma restando la necessità di una revisione del Piano regionale dei trasporti, ci sarà un piano industriale unico, per quanto dettomi, che avremo modo di visionare non appena predisposto dalla società incaricata". "Adesso - prosegue il deputato 5stelle - è fondamentale superare le difficoltà di Sacal. Mi appello a tutta la politica, pertanto, perché rinunci ai soliti campanilismi, perché comprenda l'importanza di assicurare a Sacal una maggioranza pubblica e perché allontani atteggiamenti e prassi che hanno prodotto danni, soprattutto all'utenza, impedendo la crescita del trasporto aereo calabrese, del turismo, dei servizi correlati e dell'economia. Il Movimento 5stelle farà da subito la sua parte sul versante politico, dialogando con le amministrazioni comunali nella prospettiva di un progetto di sviluppo concreto, moderno e condiviso".