Anche in Calabria le liste di “Sinistra Rivoluzionaria”

"Anche in Calabria le liste di Sinistra Rivoluzionaria saranno l'unica soggettività dichiaratamente antiburocratica e coerentemente comunista.
Anche in Calabria il precipizio sociale, il dramma del lavoro, il dominio mafioso e massonico, il degrado ambientale e territoriale, il collasso dei servizi a partire da scuola e sanità, l'attacco alle pensioni e al mondo giovanile sono causati dalla putrefazione del sistema capitalistico.

Contro la destra di Berlusconi e Salvini e la loro rozza demagogia alla Trump che si propone l'obiettivo di non far pagare i costi della crisi ai ricchi;
contro la destra costituita dal PD di Renzi strumento politico di un sistema bancario di vampiri e speculatori e responsabile dello scempio della "buona scuola";
contro la destra di Grillo che vuole abolire sindacati, colpire i lavoratori e i loro diritti essenziali, che come a Roma, raccoglie un codazzo di faccendieri e squadristi e che si rivela sempre più razzista e xenofoba.

LA VERA RISPOSTA E' SOLO UNA SINISTRA RIVOLUZIONARIA E ANTICAPITALISTA.
Non lo è assolutamente la lista di Liberi ed Eguali dei vari Bersani e D'Alema che, contemporaneamente alle politiche, piatisce alle regionali un'alleanza con il PD.

Al tempo stessa la lista Potere al Popolo, è l'ennesima riproposizione di un'avventura elettorale che, come fece lista Ingroia, rimuove ogni riferimento alla lotta di classe e a una progettualità comunista.
Essa rincorre, con un piccolo codazzo di euroscettici, la deriva populista oggi imperante e ripropone maniera ridicola, una goffa demagogia di sinistra adeguandosi all'andazzo dei tempi.

IL PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI E SINISTRA CLASSE E RIVOLUZIONE hanno proposto unitariamente una lista che pone al centro del suo programma il conflitto tra capitale e lavoro anche nel drammatico scenario di una questione meridionale sempre più irrisolta.

PER UNA SINISTRA RIVOLUZIONARIA è fiera di muoversi dietro a una falce e martello e a una bandiera rossa per raccogliere tutti i compagni e le compagne che si battono PER UN GOVERNO DEI LAVORATORI". Lo scrive in una nota il Partito Comunista dei Lavoratori".