Elezioni, Bilardi (FI): "Da Monti insulto a partecipazione"

"Ogni partito impegnato alle prossime competizioni elettorali merita rispetto a prescindere dai contenuti e dalle idee che propone. Sono d'accordo con l'on. Renato Brunetta quando dice che il senatore Mario Monti pontifica dalla sua comoda poltrona di senatore a vita sui partiti e le prossime elezioni, usando termini inappropriati e offensivi verso i suoi colleghi". Lo afferma in una nota il senatore di Forza Italia Giovanni Bilardi.

"C'è un bisogno impellente - prosegue - di Istituzioni che sappiano ascoltare e dialogare con la gente comprendendo le esigenze del Paese reale attraverso il lavoro dei partiti e dei movimenti. Una classe dirigente composta soltanto da tecnici, così come accadde al tempo del Governo Monti, ha causato soltanto un forte scollamento tra i cittadini e le istituzioni, rendendo l'astensionismo protagonista delle ultime competizioni elettorali. Non c'è più spazio per i tecnici calati dall'alto, che molto spesso parlano un linguaggio incomprensibile ai cittadini. Tutti hanno il diritto - dovere di andare a votare e di scegliere la propria classe dirigente. Le parole di Monti sono un insulto alla partecipazione democratica del nostro Paese".