Elezioni, Leva (Udc): "Finalmente area centrista competitiva"

Il dirigente regionale dell'U.D.C., Salvatore Leva, ritiene doveroso il porre l'accento sul nuovo soggetto politico da poco nato a livello nazionale di matrice cattolica-liberale "che nel paese è forte e vorremmo rappresentare in Parlamento la "quarta gamba" del centro destra".
"Finalmente è nata una coalizione centrista competitiva tra i soggetti e partiti politici che si riconoscono in Noi con l'Italia e l' U.D.C. dello scudo crociato. Una coalizione che sicuramente riuscirà ad ottenere un risultato importante, per il rinnovo dei due rami del Parlamento di Camera e Senato".

"Anche perché i valori sani di cui è portatrice sono quei valori cattolici cristiani che focalizzano l'attenzione nei confronti delle famiglie e soprattutto mettono al centro la persona. In questo contesto, si crede che lo sbarramento del 3% possa essere lungamente superato, anche perché l'Italia ha sempre attestato un consenso vero e partecipato nei confronti di quei partiti che si sono spesi realmente nei riguardi di coloro che vivono le più disparate problematiche e chiedono ai loro rappresentati di poterle risolvere. Credo comunque che il partito che rappresento , debba mettere in campo le migliori risorse in questa tornata elettorale, dove la competizione tra le differenti coalizioni, si giocherà fino all'ultimo voto. Ritengo, comunque che debba farsi la migliore scelta degli uomini più rappresentativi delle differenti realtà territoriali, al fine di consentire ad ogni porzione di collegio, di poter avere il proprio candidato. Pertanto, mi auspico che il segretario nazionale Lorenzo Cesa , ponga in essere una scelta in tal senso. Se così sarà, una sicura e più vantaggiosa vittoria potrà essere attestata nell'imminente tornata elettorale, riuscendo maggiormente a captare i consensi della popolazione che vuole continuare ad avere i suoi rappresentati locali in seno al Parlamento affinchè si possa prosperare in un futuro migliore".