Antonio Gentile coordinatore nazionale di Alternativa Popolare

gentileantonio22aprLa nomina del Sen. Antonio Gentile a coordinatore nazionale di Alternativa Popolare è sicuramente un riconoscimento importante del valore che il centro moderato riformista calabrese rappresenta, non solo nella nostra regione quanto, ormai, nel resto del Paese. E giunge in un momento importante, strategico, delicato per le sorti politiche della nazione che, fra pochi mesi, si appresterà a scegliere la nuova guida di Governo. Con Gentile dalla Calabria ripartono le forze di Centro e del Civismo, quelle che hanno fatto la storia della Repubblica democratica italiana; e questo non può che essere di buon auspicio per una terra che, ora più che mai, cerca e può avere con la prossima legislatura una rappresentanza ancora più autorevole, forte e soprattutto coesa. Senza dubbio, conoscendo il senatore Gentile - al quale porgo le mie personali felicitazioni congiuntamente a quelle del movimento - starà già lavorando in questa direzione.

È questo il commento del Presidente de Il Coraggio di Cambiare l'Italia, Giuseppe Graziano, alla notizia della nomina del Sen. Antonio Gentile, sottosegretario di Stato allo Sviluppo economico, a nuovo coordinatore nazionale di Alternativa Popolare.

Il CCI – ricordiamo – nelle settimane scorse ha stretto, grazie proprio all'interessamento del Sen. Gentile, un patto federativo proprio con Alternativa Popolare, all'epoca presieduto dall'On. Angelino Alfano. Un accordo di programma mirato a rilanciare le forze politiche moderate facendo leva sul movimentismo civico riformista di cui proprio Il Coraggio di Cambiare l'Italia ne incarna i valori.

Messaggio del neocoordinatore nazionale di Alternativa Popolare, Sen. Antonio Gentile - Sottosegretario di Stato allo Sviluppo economico, ai direttivi centrali, regionali e territoriali e ai simpatizzanti del partito: "Ringrazio Angelino Alfano, che in tutti questi anni ha svolto un ruolo politico straordinario, di avermi nominato coordinatore nazionale di Alternativa Popolare indicando anche come vice-coordinatori degli amici che hanno grandi qualità politiche e dei forti legami territoriali. Riferimento nostro e non solo nostro, ma di tutta una area assai vasta di Centro, sul terreno della leadership è quello di Beatrice Lorenzin che non solo è un grande Ministro della Sanità ma che esprime valori essenziali di libertà e di democrazia ed è portatrice di un messaggio innovativo rispetto a tanti nodi della società italiana. So anche di poter usufruire dell'impegno politico e culturale di Fabrizio Cicchitto per il quale la politica è sempre una passione.

Tutti noi faremo una squadra al servizio di una comunità politica di donne e di uomini che dal 2013 ad oggi ha condotto delle battaglie politiche decisive, salvando la legislatura dall'avventurismo e dall'estremismo, contribuendo alla ripresa dell'economia con una serie di provvedimenti riformisti che hanno ottenuto larghi consensi nelle forze produttive e l'opposizione di tendenze massimaliste di sinistra o lepeniste o sovraniste di destra. Noi oggi abbiamo l'intenzione di lavorare per tradurre l'esperienza di Governo in una coalizione politico-elettorale nella quale deve configurarsi un'area di centro autonoma e distinta dal PD. Quest'area di Centro deve essere portatrice di valori quali il garantismo, l'europeismo, le riforme, una equilibrata combinazione fra riduzione della pressione fiscale e taglio della spesa pubblica, il rilancio del Mezzogiorno che costituisce la ragione essenziale della mia vita politica. Mando quindi il mio saluto a tutti i Coordinatori regionali che in questi giorni ci sono stati vicini, insieme a tutti gli amici con i quali in questi anni abbiamo fatto delle belle battaglie".