Mafia, Cafiero de Raho: "Donna a capo cosca non è novità"

cafieroderaho ildispaccio500"Non e' una novità che una donna assuma il comando di una cosca. Lo vediamo in Sicilia, in Calabria o in Campania". Così il procuratore nazionale antimafia, Federico Cafiero de Raho, sul ruolo delle donne nelle cosche mafiose, dopo il blitz di oggi a Palermo. "Quando un vertice storico viene assegnato al carcere duro o al carcere a vita o per un periodo rilevante - ha detto Cafiero de Raho, a margine di un incontro alla Luiss - i suoi contatti con l'organizzazione non cessano" e "avvengono attraverso i familiari, specialmente quando i familiari hanno il carisma per poter prendere temporaneamente il comando". E "a volte i familiari sono donne". Queste donne, ha aggiunto, "sono il riflesso della forza e della capacità del vertice detenuto"