Pd: "Presto in Consiglio Regionale legge elettorale su doppia preferenza di genere"

"La segreteria regionale del Pd auspica che al più presto possa essere discussa dal Consiglio regionale la legge elettorale che introduce la doppia preferenza di genere, il cui testo ha consumato tutti i passaggi preliminari all'interno delle commissioni e attende soltanto di approdare in aula". É quanto riferisce un comunicato della segreteria regionale del Pd.

"A tale fine, le componenti della segreteria regionale Giulia Veltri e Anna Maria Cardamone - si aggiunge nella nota - alla luce delle decisioni e degli indirizzi raccolti nelle diverse riunioni del coordinamento donne del centrosinistra, si sono confrontate con i presidenti di Giunta e Consiglio regionali, Mario Oliverio e Nicola Irto, e con i capigruppo d'area Pd, Sebi Romeo e Giuseppe Giudiceandrea, incrociando la loro piena disponibilità a compiere un passo di civiltà e modernità che consenta alla Calabria non solo di porsi al passo con altre regioni d'Italia, che già hanno introdotto nei meccanismi elettorali la doppia preferenza, ma soprattutto di realizzare una compiuta democrazia paritaria e affermare nei fatti un pieno principio di parità di accesso alle cariche elettive. In questo percorso di emancipazione, inoltre, la segreteria regionale Pd si è raccordata con la consigliera di parità della Regione, Tonia Stumpo, e con le due consigliere regionali Flora Sculco, che nel 2015 ha presentato la proposta di legge sulla doppia preferenza, e Wanda Ferro, riscontrando in loro autentico spirito di collaborazione e volontà a un impegno comune". "La segreteria regionale Pd - conclude la nota del Pd - annette un grande valore all'iniziativa della commissione regionale Pari opportunità, che nei giorni scorsi ha dedicato al tema un'importante riunione fortemente voluta dalla presidente Cinzia Nava"