Oliverio al ministro Lorenzin: "Quali interessi dietro mancata sostituzione Commissario alla Sanità?"

oliveriomario30apr 500"Le affermazioni della Lorenzin confermano la giustezza della mia protesta".
E' quanto afferma, in una nota, il Presidente della Giunta regionale, Mario Oliverio, rispondendo ad alcune affermazioni del Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin.
"La Ministra -prosegue Oliverio- farfuglia argomenti inesistenti per sfuggire alle proprie responsabilità. Come ben sa, deve prima di tutto decidere sulla richiesta formulata dal Tavolo Interministeriale di sanzionare il Commissario che non ha adempiuto al mandato che il Governo gli ha conferito. La Regione ha fatto in questi due anni e dieci mesi, sotto la mia guida, fino in fondo il proprio dovere per le competenze che esercita. È lo Stato centrale che, per la responsabilità del Commissario di emanazione governativa, si prende gioco dei calabresi. I nostri cittadini, infatti, pagano le tasse più alte d'Italia per sanare il disavanzo finanziario del peggior servizio sanitario. E tutto ciò a fronte di un aumento di almeno un terzo del debito, di un elevato incremento dei viaggi della speranza fuori dalla Calabria e della mancata realizzazione dei Livelli Essenziali di Assistenza in vaste aree della nostra regione".


"La posizione della Lorenzin -conclude il Presidente della Regione- mi induce ad insistere: quali interessi e quali forze si frappongono all'atto, dovuto per legge, di sostituire l'attuale Commissario? La Lorenzin dovrebbe saperlo. Allora, invece di rispondere "Dove vai? Porto pesci", dicesse la verità che motiva queste resistenze sulla pelle della salute dei calabresi". 

"La posizione del ministro Lorenzin sulla condizione della sanità in Calabria la dice lunga sul perché un commissario che non è stato in grado di condurre la delicata vicenda dell'applicazione del Piano di rientro, sia ancora al suo posto nonostante ripetute richieste di rimozione da parte del presidente della Regione e della deputazione Pd Calabria. Il ministro si preoccupi di svolgere il suo ruolo di responsabile del dicastero alla sanità con imparzialità ed efficienza e non di ingaggiare inutili polemiche con il presidente della Regione Calabria. Ecco perché alla luce delle dichiarazioni della Lorenzin siamo sempre più convinti della fondatezza della protesta annunciata dal presidente Oliverio per ribadire l'urgenza di un cambio ai vertici della struttura commissariale" afferma il segretario regionale del Partito Democratico, Ernesto Magorno.