L’Usb Calabria: “Quello che qualifica i vigili del fuoco sono le azioni quotidiane”

"Ancora una volta ai centralini dei Vigili del Fuoco della sezione Catanzaro è pervenuta una richiesta di aiuto da parte di un cittadino, il quale in difficoltà ha chiesto aiuto ai Vigili del Fuoco e gli stessi purtroppo hanno dovuto informare il cittadino che non avevano la partenza da mandare perché impegnata altrove, e se fosse persistito il problema l'avrebbero mandata molto più tardi. Come si usa dire in questi casi per i credenti: che il buon Dio abbia misericordia di noi e ci perseveri dal male. Ma ci sono dei momenti in cui il destino fa passare dal quel posto un soccorritore, appunto un Vigile del Fuoco precario libero dal servizio. Lo stesso precario VV.F. che è intervenuto qualificandosi con il nome Silipo Giancarlo, sentendo il cittadino inalberarsi e lamentarsi con gli stessi Vigili del Fuoco ha dovuto spiegare a tutti i cittadini presenti sul posto il perché la partenza dei Vigili del Fuoco non è mai arrivata, cercando di seppellire i dissapori con giustificazioni di fortuna, nei confronti del C.N.VV.F. e dell'amministrazione pur sapendo che le carenze di organico sono molteplici ed il surplus di lavoro è infinito, nonostante tutto lo stesso con una certa prontezza e calma si è messo subito all'opera per aiutare questo cittadino con quel determinato problema. Le sue mani ed i suoi indumenti non si sono domandati se si sporcavano o a quali pericoli incombevano su di lui, non ci ha pensato due volte, perché questo lavoro si espleta così.

E' vergognoso che questa amministrazione e questo governo esponga in maniera così spudorata questi lavoratori, che per strada non solo devono risolvere scenari orribili, ma devono anche combattere con la cittadinanza per spiegare loro quanto marcio ci sia in questo Stato, soprattutto per i Vigili del Fuoco. L'Unione Sindacale di Base della Calabria a nome di tutti i lavoratori dei Vigili del Fuoco (permanenti e precari) vuole mettere in evidenza per la millesima volta, e chiedere scusa a tutta la cittadinanza catanzarese e calabrese che i colpevoli dei ritardi e dei disservizi, non sono i lavoratori VV.F. che "forse" accorreranno alle richieste di aiuto, ma la colpa è di un'amministrazione sempre più sorda ed un Governo che non bada alla Prevenzione, alla Salvaguardia e alla Sicurezza di tutti voi cittadini. Noi non ci tireremo mai indietro, svolgeremo il nostro compito senza mai pretendere ringraziamenti o elogi, ma la popolazione non potrà essere presa in giro ancora per molto (anche se già molto amareggiato e deluso), tutti vedono che i precari VV.F. non sono jolly da giocare a proprio piacimento, bensì una risorsa indispensabile da utilizzare in maniere accurata, poiché professionalmente impeccabili". Lo afferma il coordinamento regionale della Calabria Sub VVf.